Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

'Un episodio su un trilione': Alec Baldwin parla per la prima volta dopo sparatoria sul set del film

© AP Photo / Mark LennihanГолливудский актер Алек Болдуин
Голливудский актер Алек Болдуин - Sputnik Italia, 1920, 31.10.2021
Seguici su
Mercoledì, durante una conferenza stampa, il dipartimento dello sceriffo della contea di Santa Fe ha detto che era "troppo presto" per commentare le potenziali accuse perché l'indagine è ancora in corso. Lo sceriffo Adan Mendoza, ha descritto le azioni del dipartimento come una "indagine criminale".
Sabato, Alec Baldwin ha parlato dell'indagine in corso sulla sparatoria occorsa durante le riprese del film "Rust", che ha causato la morte di Halyna Hutchins responsabile della fotografia, di 42 anni.
Prima di tenere l'improvvisata apparizione al telegiornale, Baldwin e sua moglie Hilaria erano in viaggio, seguiti dai media e dai paparazzi. L'attore avrebbe accostato e chiesto un po' di tranquillità prima di parlare con loro.
L'attore 63enne ha detto alle telecamere del Vermont che sta collaborando con le autorità e che parla con loro ogni giorno. Baldwin ha insistito sul fatto che non può commentare l'indagine in corso.
“Non sono autorizzato a fare alcun commento perché sono in corso le indagini", ha detto Baldwin nei video catturati da diversi giornalisti. "Mi è stato ordinato dal dipartimento dello sceriffo di Santa Fe. Non posso rispondere a nessuna domanda sull'indagine. Non posso. È un'indagine attiva per quanto riguarda la morte di una donna".
L'attore ha detto che Hutchins era sua amica, e che il giorno in cui è arrivato a Santa Fe prima dell'inizio delle riprese, l'ha "portata a cena con Joel [Souza], il regista".
"Eravamo una troupe molto, molto ben oliata che girava un film insieme, e poi è successo questo evento orribile", ha aggiunto prima che sua moglie Hilaria, con un telefono in una mano, ha apparentemente cercato di interromperlo.
Baldwin ha riconosciuto che il colpo fatale sparato sul set è stata una tragedia "una su un trilione". Ha anche rivelato di aver incontrato il marito della Hutchins, Matthew, e i suoi figli, per parlare dell'incidente.
"Sono fuori di sé dal dolore", ha detto Baldwin, che è stato nuovamente interrotto brevemente da sua moglie. "Il ragazzo è sopraffatto dal dolore. Ci sono incidenti accidentali sui set cinematografici di tanto in tanto, ma niente del genere. Questo è un episodio che capita una volta su un trilione. E così è sotto shock. Ha un figlio di 9 anni. Siamo in costante contatto con lui perché siamo molto preoccupati per la sua famiglia e per suo figlio".
Ha aggiunto che stanno "aspettando con ansia che il dipartimento dello sceriffo ci dica quali sono le conclusioni dell’indagine".
Baldwin ha anche dichiarato di essere "estremamente interessato" a ridurre al minimo l'uso di armi da fuoco sul set.
"Ma ricordate, quante pallottole sono state sparate nei film e negli spettacoli televisivi negli ultimi 75 anni? Questa è l'America", ha detto Baldwin. "Quanti proiettili sono stati sparati nei film e nei set televisivi prima d'ora? Quanti, miliardi negli ultimi 75 anni? E quasi tutti senza incidenti".
L'attore ha proposto l'uso di "pistole di gomma, pistole di plastica, nessuna reale - nessun armamento reale sul set", tuttavia ha ammesso che non spetta a lui decidere questo, aggiungendo di non essere un esperto in materia.
"È importante che comprendiate che non sono un esperto in questo campo, quindi qualsiasi cosa gli altri decidano sia il modo migliore di procedere in termini di protezione della sicurezza delle persone sui set cinematografici, io sono a favore e collaborerò in ogni modo possibile", ha concluso.
In precedenza, lo sceriffo Mendoza ha dichiarato che gli investigatori hanno raccolto circa "600 elementi di prova", tra cui il sequestro di tre pistole dal set, così come 500 munizioni.
Secondo i media e i paparazzi, la famiglia Baldwin stava viaggiando nel nord-est del paese cercando di mantenere un basso profilo.
Baldwin il 21 ottobre scorso ha sparato accidentalmente alla direttrice della fotografia Halyna Hutchins e ha ferito il regista Joel Souza con lo stesso proiettile sul set del western "Rust", girato nel New Mexico. Dopo che l'armaiolo Hannah Gutierrez Reed ha messo la pistola su un carrello sul set, l'assistente regista Dave Halls ha informato Baldwin che l’arma era una "pistola fredda", cioè "non pericolosa".
Secondo un mandato di perquisizione eseguito dall'ufficio dello sceriffo di Santa Fe, anche l'attrezzista Sarah Zachry ha maneggiato il revolver prima dell'incidente mortale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала