Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lavrov e Di Maio hanno discusso di Libia e Afghanistan a margine del G20

© Foto : Telegram / Ministero degli affari esteri della RussiaG20, incontro tra Sergey Lavrov e Luigi Di Maio
G20, incontro tra Sergey Lavrov e Luigi Di Maio - Sputnik Italia, 1920, 31.10.2021
Seguici su
I ministri degli Esteri di Russia e Italia hanno discusso della situazione in Libia e Afghanistan a margine del vertice del G20.
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha incontrato il suo omologo italiano Luigi Di Maio a Roma "a margine" del vertice del G20 tenuto dalla presidenza italiana, ha detto il ministero degli Esteri russo. Le parti hanno discusso della situazione in Afghanistan e Libia e di altri temi di attualità.
Durante i colloqui, i responsabili delle agenzie per gli Affari Esteri hanno affrontato temi di attualità delle relazioni russo-italiane. Entrambe le parti hanno sottolineato l'alto livello di interazione bilaterale, hanno riaffermato l'intenzione di lavorare insieme per trovare modi per rafforzare il dialogo politico, espandere i legami commerciali, economici, scientifici e umanitari. Il calendario dei contatti politici per il prossimo periodo è stato discusso in modo sostanziale.

"Nell'ambito dello scambio di opinioni sull'agenda internazionale, è stato preso atto del ruolo dell'Italia come presidente del G20. Particolare attenzione è stata riservata alla situazione in Afghanistan. Le parti hanno dichiarato la necessità di ulteriori lavori per garantire la natura inclusiva dell'accordo politico in Libia, anche alla vigilia delle elezioni in programma nel Paese", ha affermato il ministero degli Esteri russo.

Lavrov ha preso parte al vertice del G20 a Roma il 30-31 ottobre e ha tenuto una serie di incontri bilaterali.
© Ministero Esteri russo / Vai alla galleria fotograficaLavrov e Di Maio
Lavrov e Di Maio - Sputnik Italia, 1920, 31.10.2021
Lavrov e Di Maio

La situazione in Afghanistan

All'inizio di agosto, i talebani* hanno intensificato la loro offensiva contro le forze governative dell'Afghanistan, sono entrati a Kabul il 15 agosto e hanno annunciato il giorno successivo che la guerra era finita. Nelle ultime due settimane di agosto dall'aeroporto di Kabul, che era sotto la protezione dell'esercito americano, c'è stata un'evacuazione di massa dei cittadini occidentali e afgani che avevano collaborato con loro.
La notte del 31 agosto, le forze armate statunitensi hanno lasciato l'aeroporto di Kabul, ponendo fine alla quasi ventennale presenza militare statunitense in Afghanistan. All'inizio di settembre è stata annunciata la composizione del governo ad interim dell'Afghanistan, guidato da Mohammad Hasan Akhund, ministro degli Esteri durante il primo governo talebano e sanzionato dalle Nazioni Unite dal 2001.

La situazione in Libia

Dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia ha cessato di funzionare come un unico stato. Negli ultimi anni c'è stato uno scontro tra il Governo di Accordo Nazionale (GNA) di Fayez Sarraj, che si è riunito a Tripoli nell'ovest del Paese, e le autorità nell'est della Libia, appoggiate dall'Esercito Nazionale Libico al comando del maresciallo Khalifa Haftar.
Il Forum sul dialogo politico libico sponsorizzato dalle Nazioni Unite aperto all'inizio di febbraio a Ginevra ha fissato un esecutivo di transizione per la Libia, che guiderà il Paese fino alle elezioni generali previste per il 24 dicembre.
* Organizzazione terroristica bandita in Russia ed altri paesi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала