Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Centralinista del Cup licenziata perché aveva sconsigliato vaccino Covid a donna incinta

© Sputnik . Pavel Lisitsyn Vaccinazione
Vaccinazione  - Sputnik Italia, 1920, 31.10.2021
Seguici su
Cesena, una operatrice del Cuptel del servizio prenotazioni per l’Usl, consiglia ad una donna incinta di non farsi vaccinare contro il coronavirus e viene licenziata dalla cooperativa Asso che ha in concessione il servizio.
L’ex operatrice, 51 anni di Cattolica (Rimini), è stata licenziata due mesi fa per aver consigliato a una giovane donna di Faenza che aveva chiamato il Cuptel per prenotare il vaccino di non vaccinarsi.
La giovane donna aveva espresso i propri timori alla centralinista e quest’ultima al Resto del Carlino ha testimoniato:
“Ricordo questa donna in gravidanza molto combattuta che esprimeva il suo sfogo e le sue indecisioni sul vaccino, ed io, forse peccando di ingenuità, mi sono lasciata sfuggire le parole ‘io se fossi in lei non lo farei’. Ma alla fine le ho comunque prenotato la prima dose”.
A denunciare il caso all’Azienda sanitaria romagnola è stato il marito della giovane gestante. Così, dopo le verifiche fatte dall’Ausl, la centralinista è stata licenziata in tronco.
La presidente della cooperativa Asso, al quotidiano ha replicato affermando:
“La situazione è stata gestita dai nostri legali che hanno preso questo provvedimento in un periodo complicato come quello vaccinale, nessuno può permettersi di dare consigli senza avere le competenze necessarie”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала