Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il Parlamento Europeo ha deciso di citare in giudizio la Commissione Europea

Parlamento Europeo - Sputnik Italia, 1920, 30.10.2021
Seguici su
Il Parlamento europeo fa causa alla Commissione europea per la situazione venutasi a creare con la Polonia.
Il Parlamento europeo ha intentato una causa contro la Commissione europea, poiché non ha applicato la legge che consente di congelare i sussidi ad alcuni membri dell'UE in particolari condizioni, riporta Reuters.
Si tratta di una legge entrata in vigore il primo gennaio. In particolare, prevede la sospensione dei pagamenti dal bilancio dell'UE agli Stati membri che non rispettano i principi dello Stato di diritto. In tale elenco, Il Parlamento europeo include la Polonia e l'Ungheria.
La Commissione Europea, dal canto suo, ha annunciato che non applicherà questa legge fino a quando il tribunale non confermerà la sua conformità ai trattati dell'unione. Secondo quanto riferito, questo faceva parte di un accordo del dicembre 2020 tra UE, Polonia e Ungheria.
Varsavia e Budapest hanno contestato la legge alla Corte di giustizia europea a marzo. La decisione dovrebbe essere emessa il prossimo anno.
Il Parlamento europeo afferma che la Commissione è tenuta ad applicare le disposizioni di legge, senza attendere una decisione del tribunale.
Nel dicembre dello scorso anno, i paesi dell'UE hanno concordato un piano finanziario pluriennale dell'UE e un fondo per il supporto all'economia europea, che Polonia e Ungheria hanno bloccato, poiché altri membri intendevano collegare l'assegnazione di denaro dal bilancio dell'UE a questioni dello Stato di diritto nei singoli Stati.
Ad aver insistito per l'introduzione di un tale meccanismo, che garantirebbe che gli stati -destinatari di fondi paneuropei - aderiscano ai valori e alle norme dell'Unione europea, i paesi dell'Europa occidentale e settentrionale; meccanismo che comporterà l'esclusione dai finanziamenti degli stessi, in caso di mancata adesione ai valori e le norme dell'UE.
Il primo ministro ungherese Viktor Orban. (foto d'archivio) - Sputnik Italia, 1920, 21.10.2021
Ungheria sostiene posizione della Polonia su primato della sua Costituzione rispetto norme UE
A luglio, la Corte europea ha ordinato alla Polonia di interrompere immediatamente i lavori della sezione disciplinare della Corte suprema, che, secondo la Commissione europea, minaccia l'indipendenza e l'imparzialità dei giudici. All'inizio di ottobre, la Corte costituzionale polacca ha confermato la superiorità della costituzione della Repubblica sulla legislazione dell'UE, tuttavia Varsavia ha accettato di sospendere i lavori della camera disciplinare. Ma la Commissione europea ritiene che la Polonia continui azioni che potrebbero minacciare l'indipendenza della magistratura. Di conseguenza, la Corte di giustizia dell'UE ha imposto a Varsavia una multa di un milione di euro al giorno.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала