Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Certificati online e gratuiti dal 15 novembre: quali sono e cosa serve per scaricarli

Documenti
Documenti - Sputnik Italia, 1920, 30.10.2021
Seguici su
Grazie all'Anagrafe nazionale della popolazione residente dal prossimo 15 novembre saranno scaricabili online gratuitamente per i cittadini 14 certificati anagrafici.
La digitalizzazione del Paese passa anche per la semplificazione delle procedure burocratiche per ottenere i certificati anagrafici. Dal 15 novembre, infatti, saranno 14 i documenti scaricabili singolarmente o in forma contestuale dal proprio computer di casa, senza necessità di pagare il bollo, in versione pdf o via mail.
Nello specifico, come riporta il Sole24Ore, accedendo all’apposito portale con le credenziali della propria identità digitale, Spid o carta d’identità elettronica, si potranno scaricare il certificato anagrafico di nascita, di matrimonio, di cittadinanza, di esistenza in vita, di residenza, di residenza Aire, di stato civile, di stato di famiglia, di stato di famiglia e di stato civile, di residenza in convivenza, di stato di famiglia Aire, di stato di famiglia con rapporti di parentela, di stato libero, di unione civile e di contratto di convivenza.
Sempre attraverso la stessa piattaforma, sarà consentito richiedere il certificato di cui si ha bisogno anche per i componenti della propria famiglia. Prima di scaricarlo o di richiedere l’invio via mail sarà possibile visionare un’anteprima per verificare che tutte le informazioni siano corrette.
Sull'anagrafe nazionale della popolazione residente (Anpr) al momento sono disponibili le informazioni relative al 98 per cento della popolazione italiana. Sono 7.794, sempre secondo il Sole24Ore, i comuni che hanno aderito, oltre all’Aire, che raggruppa i dati degli italiani all’estero. Il progetto sarà ultimato nel 2021, quando risponderanno all’appello anche i 79 comuni che mancano.
A curarlo è il Viminale, tramite Sogei, che si occuperà anche del nuovo portale da cui scaricare i certificati in formato digitale. “Per la pubblica amministrazione significa guadagnare in efficienza superando le precedenti frammentazioni, ottimizzare le risorse, semplificare e automatizzare le operazioni relative ai servizi anagrafici, consultare o estrarre dati, monitorare le attività ed effettuare analisi e statistiche”, spiega in una nota il dipartimento per la Trasformazione Digitale della Presidenza del Consiglio, che coordina l’iniziativa.
Ma i vantaggi sono anche per i cittadini, che tramite il nuovo portale avranno accesso a “servizi sempre più semplici, immediati e intelligenti, basati su informazioni condivise e costantemente aggiornate, potendo così godere dei propri diritti digitali”, risparmiando “tempo e risorse”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала