Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Carburanti, Cgia chiede la restituzione di un ''tesoretto'' da 1 mld di extragettito agli italiani

© Fotolia / Chat_a4Un automobilista fa benzina al self service
Un automobilista fa benzina al self service - Sputnik Italia, 1920, 30.10.2021
Seguici su
Cgia chiede al governo la restituzione di un ''tesoretto'' da 1 miliardo di euro che il governo starebbe incassando per l'impennata dei prezzi di benzina, diesel e gpl.
Tra le proposte della Cgia, anche la restituzione di una cospicua somma, nella fattispecie ad autotrasportatori, pendolari e a coloro che usufruiscono quotidianamente di un autoveicolo per ragioni lavorative, come tassisti, autonoleggiatori, fattorini, ecc., magari aumentando il credito di imposta sui carburanti, credito previsto ogni anno a ''queste categorie in sede di dichiarazione dei redditi''.

"È superfluo ricordare che il prezzo alla pompa della benzina, del diesel e del Gpl per autotrazione non è determinato dallo Stato; tuttavia, l’aumento del costo dei carburanti registrato nel 2021 ha fatto senz’altro bene al fisco, per nulla al portafoglio degli automobilisti", dichiara la Cgia.

Sappiamo tutti come sia diventato difficile per il cittadino italiano stare dietro alle impennate dei prezzi dei carburanti. Da qui i vari passaggi alle macchine a consumi contenuti, andando dalle city car al boom delle macchine alimentate a metano o gpl, fino alle recenti ibride ed elettriche. Argomento che padroneggia spesso le conversazioni, con il governo che lancia i bonus per l'acquisto di nuove vetture più ecologiche con la rottamazione.
La Cgia però sottolinea come il governo avrà ben incassato ed avrà ben usufruito a favore delle casse dello stato dall'aumento dei costi.
Si potrebbe, propone il sindacato, venire incontro ai cittadini, almeno a coloro che la macchina o il camion sono costretti ad usarla tutti i giorni, per lavoro?
Intanto, si chiede la Cgia, ''come mai le casse dello Stato beneficeranno di questo surplus''?

''Come mai le casse dello Stato beneficeranno di questo surplus? A fronte dell’aumento dei prezzi del greggio registrato a partire dall’inizio di quest’anno, per lo Stato, che applica sulla base imponibile dei carburanti l’Iva al 22 per cento, il gettito è aumentato. Se poi teniamo conto che questa base imponibile contiene anche le accise, questo è un tipico esempio di doppia tassazione, ovvero di “una tassa sulle tasse”.

Sul prezzo dei carburanti gravano anche le accise, differenziate per tipo di carburante, e che ammontano ad oggi ad un totale di circa 0,41 euro, o 50 IVA inclusa. Si precisa inoltre che per decreto legislativo del 1999 si è permesso alle regioni di imporre accisa autonoma sulla benzina.
E meno male che si è abolita quella sul finanziamento della guerra d'Etiopia del 1935- 1936.
Al prezzo delle accise si somma l'''imposta di fabbricazione sui carburanti'', che porta il totale dei costi passivi ad un 0,742 euro circa per litro di benzina e 0,6132 euro per gasolio.
Se infine si aggiunge l'IVA al 22% si arriva a 0,8835 euro per litro di benzina e 0,7481 euro per litro di gasolio.
All'inizio di questo 2021, i prezzi, complice anche il lockdown e le restrizioni per il Covid-19, i prezzi dei carburanti erano relativamente contenuti. Ma in questo ultimo periodo, con la ripresa a pieno regime delle attività, i prezzi hanno subito un'impennata, registrando i 1,72 euro per litro di benzina, e 1,58 euro per litro di diesel.
Anche il Gpl, passato da 0,79 per litro da un tiepido 0,63 per litro a gennaio.
Il ''tesoretto'' è stato calcolato moltiplicando i valori dei prezzi medi attuali con i consumi registrati sulla base dei recenti 9 mesi passati, con il dato sul prezzo preso dalle principali stazioni di servizio, su base di prezzo medio, ipotizzando una stabilità nei consumi medi di ottobre, novembre, dicembre.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала