Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Manovra, dalle pensioni al reddito di cittadinanza: ecco cosa cambia

© Foto : CC-BY-NC-SA 3.0 IT / Palazzo ChigiIl Presidente del Consiglio, Mario Draghi, partecipa al Vertice UE-Balcani occidentali
Il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, partecipa al Vertice UE-Balcani occidentali - Sputnik Italia, 1920, 28.10.2021
Seguici su
Oggi è previsto il Consiglio dei Ministri sulla manovra. Raggiunto l'accordo sulle pensioni a quota 102 e sulla rimodulazione del reddito di cittadinanza. Addio al cashback, ma resterà per altri sei mesi il bonus 110%.
Ci sarà la manovra di bilancio al centro del Consiglio dei Ministri di oggi. Le principali novità sono emerse già dalla cabina di regia e riguardano le pensioni, il reddito di cittadinanza, il bonus 110% e il cashback.

Pensioni

Sulla previdenza, le diverse anime che compongono la maggioranza e i sindacati avrebbero raggiunto un accordo per una quota 102. Soltanto per il 2022 si potrà andare in pensione, quindi, a 64 anni di età e con 38 anni di contributi.
Una soluzione che piace alla Lega, nettamente contraria al ritorno della legge Fornero. Inoltre, secondo le indiscrezioni che circolano, sarà prevista anche l’istituzione di un fondo ad hoc di 500 milioni per agevolare l’uscita dal mondo del lavoro di chi sarà penalizzato dalle nuove regole.

Reddito di cittadinanza

Cambierà anche l’impostazione del reddito di cittadinanza, che sarà sottoposto a maggiori controlli, dopo gli abusi registrati negli ultimi anni.
Oltre ad una stretta sui “furbetti”, è prevista, come riferisce l’agenzia Agi, anche una riduzione dell’assegno percepito per chi rifiuta per due volte un’offerta di impiego.

Superbonus

Sul fronte dell’edilizia, il superbonus 110% sarà prorogato di sei mesi. Per le ville unifamiliari, però, sarà sottoposto al vincolo dell’Isee, che dovrà essere al massimo di 25mila euro.
Previsto per il 2022 anche il rinnovo del bonus facciate, anche se il fondo a disposizione verrà ridotto del 60 per cento.

Cashback

Addio, invece, al cashback. La misura non sarà rinnovata e le risorse, in tutto 1,5 miliardi, contribuiranno a finanziare per metà la riforma degli ammortizzatori sociali, per la quale sono stati stanziati altri 1,5 miliardi.
La misura, nel 2020, era stata definita "sproporzionata" dalla Bce, che in una lettera aveva ammonito il governo italiano, puntando il dito contro il potenziale effetto negativo della misura sui pagamenti in contanti.

I fondi per le famiglie e gli enti locali

All’interno del documento sono state previste anche misure per le famiglie, con la conferma del congedo di paternità di dieci giorni. Due miliardi l’anno fino al 2024 saranno destinati alla sanità e altri fondi supporteranno la ricerca e la gestione della pandemia.
Previsti anche fondi destinati ai comuni, per potenziare trasporti pubblici, infrastrutture stradali e trasporti.
Nella manovra che dovrà essere approvata a Palazzo Chigi, inoltre, è previsto un taglio delle tasse di 8 miliardi e un intervento per contrastare l’aumento delle bollette di luce e gas.
La base della legge di bilancio sarà di 23,4 miliardi, finanziati in extra deficit, e cioè con la differenza tra indebitamento tendenziale e quello programmatico, che è stato stabilito attorno al 5,6 per cento del Pil.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала