Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

G20, Von Der Leyen: "70 per cento di vaccinati nel mondo entro metà del 2022"

© AP Photo / Michael SohnUrsula Von der Leyen
Ursula Von der Leyen - Sputnik Italia, 1920, 28.10.2021
Seguici su
È l'obiettivo dei leader del G20 che si incontreranno a Roma il prossimo fine settimana. Al centro del vertice, ha annunciato la presidente della Commissione Ue, ci saranno la lotta alla pandemia, la ripresa e i cambiamenti climatici.
Il 70 per cento della popolazione mondiale vaccinata contro il Covid entro metà del 2022. È l’obiettivo, definito “ambizioso”, che la presidente della Commissione europea, Ursula Von der Leyen si aspetta di raggiungere con l’impegno dei Paesi del G20.
Alla vigilia del vertice organizzato dalla presidenza italiana, che si svolgerà a Roma il 30 e 31 ottobre, da Palazzo Berlaymont fanno il punto sulle questioni che verranno affrontate durante il summit, a partire dalla risposta alla pandemia.
“Spero che al G20 potremo tutti impegnarci a raggiungere un tasso globale del 70 per cento di vaccinazioni entro la metà del 2022”, ha scritto su Twitter dopo aver espresso lo stesso concetto davanti ai giornalisti.
“L’Europa farà la sua parte”, promette Von Der Leyen, che ha reso noto come oltre 3,5 miliardi di dosi di vaccino verranno prodotte il prossimo anno in Ue.
“La maggior parte verrà spedita all’estero”, ha detto ancora la presidente della Commissione, sottolineando che l’Ue donerà almeno 500 milioni di dosi.
“Pandemia, ripresa dell’economia globale e cambiamenti climatici”, ha annunciato la Von Der Leyen davanti ai giornalisti, saranno i principali temi che verranno discussi dai leader delle 20 principali economie mondiali.
L’Ue, ha detto ancora la commissaria europea, ha mantenuto la promessa di esportare almeno la metà delle dosi di vaccino prodotte.
“Il mondo – ha sottolineato Von Der Leyen – ha bisogno di essere preparato contro le pandemie che verranno e per questo abbiamo bisogno di finanziare adeguatamente e rafforzare la governance globale esistente con l’Oms al centro”.
Al centro del vertice, ha poi proseguito durante la conferenza stampa, ci sarà anche il nodo dell’aumento del prezzo dell’energia come “ostacolo alla ripresa” e la questione della tassa globale minima.
“Da parte dell’Ue – ha annunciato – faremo già prima della fine dell’anno una proposta sul livello minimo effettivo della tassa”. “Ci aspettiamo – ha quindi aggiunto – che il sistema entri in funzione per il 2022”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала