Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Chizhov, rappresentante russo in UE: in Europa riserve di gas sufficienti per 6 mesi

© Sputnik . Максим Богодвид / Vai alla galleria fotograficaManometro
Manometro - Sputnik Italia, 1920, 28.10.2021
Seguici su
Vladimir Chizhov, rappresentante permanente della Russia presso l'Unione Europea, ha definito speculativa la situazione con i prezzi del gas in Europa.
L'Unione Europea ha gas a sufficienza nei depositi sotterranei per i prossimi sei mesi, il nervosismo sulla situazione dei prezzi sembra speculativo, ha dichiarato in un'intervista a Sputnk Vladimir Chizhov, rappresentante permanente della Russia presso la UE.
"Nell'Unione Europea il seppur calato livello di pompaggio negli stoccaggi sotterranei durerà sei mesi. Le tensioni sembrano quindi speculative", ha detto il diplomatico in un'intervista all'agenzia a margine del forum economico di Verona.
Secondo Chizhov, c'è una politicizzazione delle questioni legate al gas e all'energia nell'Unione Europea. In merito, Chizhov ha ricordato che nel 2005, al vertice Russia-UE, è stato chiesto all'allora primo ministro britannico Tony Blair della dipendenza dell'Europa dal gas russo.
"Guardavo Blair, sembrava sinceramente sorpreso. Ha detto che tutto era iniziato 35 anni fa e da allora è andato tutto bene. Dopo questa conferenza stampa, tutti i canali televisivi hanno parlato di una sola cosa: la dipendenza dell'Europa dal gas russo. Osserviamo questa storia dal 2005", ha detto Chizhov, ricordando le successive crisi energetiche con l'Ucraina.

"La via d'uscita era abbastanza ovvia ed era stata concordata con molti Paesi: è il passaggio a contratti di lungo termine. Forniscono stabilità sia delle forniture che dei prezzi, legano i consumatori, i Paesi della UE, ad un unico fornitore per molti anni e decenni. La Russia rimane il più grande fornitore, ma non l'unico, che rappresenta circa il 40% delle importazioni", ha affermato Chizhov.

Chizhov ha sottolineato che la Commissione Europea, cercando di garantire la sicurezza energetica dell'Europa, "ha stabilito il commercio in borsa" sotto la presidenza di Jose Manuel Barroso (2004-2014).
"Il gas spot era notevolmente più economico di quello fornito con contratti a lungo termine. La formula per la determinazione del prezzo è stata inventata all'inizio degli anni '90. Il prezzo del gas dipendeva, con un certo ritardo, dal prezzo del petrolio, e quindi era molto redditizio. Poi il il prezzo del petrolio è aumentato, inoltre c'erano fattori oggettivi: inverno freddo, clima stabile, livello dei bacini idrici che alimentano le centrali idroelettriche in Europa, in particolare nel nord, tutto questo insieme ha portato alla situazione attuale", ha detto Chizhov.
I prezzi del gas in Europa sono aumentati notevolmente negli ultimi mesi. All'inizio di agosto, il prezzo dei futures a breve termine era stimato in 515 dollari per mille metri cubi e alla fine di settembre la cifra era più che raddoppiata.
Contatore del gas - Sputnik Italia, 1920, 21.10.2021
Putin insiste: carenza di gas in Europa colpa della politica di Bruxelles, la Russia non c'entra
Allo stesso tempo, dal 6 ottobre, dopo aver raggiunto un massimo storico di 1.937 dollari per mille metri cubi, il prezzo del gas ha iniziato a scendere e giovedì era già sotto i 1.000 dollari.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала