Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Cina esorta gli USA a rispettare i propri impegni riguardo a Taiwan

© AP Photo / Ng Han GuanBandiera USA e Cina
Bandiera USA e Cina - Sputnik Italia, 1920, 27.10.2021
Seguici su
Pechino ha chiesto agli Stati Uniti di astenersi dal rilasciare dichiarazioni provocatorie sulla questione taiwanese e ad attenersi al principio di 'Una sola Cina'.
L'ambasciata cinese negli Stati Uniti ha invitato Washington a rispettare il principio "Una sola Cina" e ad aderire ai suoi impegni nei confronti di Taiwan.
"Cinquant'anni fa, il tentativo degli Stati Uniti di creare 'una Cina, una Taiwan', o 'due Cine', nelle Nazioni Unite si è concluso con un completo fallimento. Ma oggi si stanno ancora apertamente incoraggiando e sostenendo le forze dell'indipendenza di Taiwan e sfidando le leggi e le norme di base che regolano le relazioni internazionali, compreso il principio della Cina unica. Tali sforzi saranno inutili e destinati al fallimento", ha affermato l'ambasciata in una dichiarazione, martedì in tarda serata.

La missione ha ricordato che le relazioni politiche tra Washington e Pechino si basano sul principio "Una sola Cina" e sui tre comunicati congiunti sino-americani, rilevando che la Cina si è sempre opposta al Taiwan Relations Act e alle Sei rassicurazioni.

"Esortiamo la parte statunitense ad affrontare il fatto, a rimanere fedele al proprio impegno, ad aderire al principio di 'Una sola Cina' e ai tre comunicati congiunti e a rispettare la risoluzione 2758 dell'UNGA. Esortiamo la parte statunitense a interrompere i contatti ufficiali con Taiwan, cessare di fare commenti irresponsabili ed errati e intraprendere azioni concrete per mantenere la situazione generale delle relazioni Cina-USA e la pace e la stabilità nello Stretto", si legge nella dichiarazione.

Le osservazioni arrivano dopo che il segretario di Stato americano Antony Blinken martedì ha esortato tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite a unirsi a Washington nel sostenere la partecipazione "robusta e significativa" di Taiwan in tutto il sistema delle Nazioni Unite, in linea con la politica 'Una sola Cina'.

All'inizio di questo mese, il ministro della Difesa taiwanese Chiu Kuo-cheng ha affermato che la Cina continentale potrebbe essere completamente pronta ad attaccare l'isola entro il 2025. La sua ipotesi ha seguito il dispiegamento da parte della Cina di 150 aerei militari nella zona di difesa aerea di Taiwan dall'inizio di ottobre, per esercitazioni.
generale Lloyd Austin - Sputnik Italia, 1920, 22.10.2021
Pentagono: Usa fedeli alla politica di una sola Cina, ma pronti a difendere Taiwan da Pechino
La scorsa settimana, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha dichiarato che il suo paese andrebbe in aiuto di Taiwan in caso di aggressione militare da parte della Cina.

Taiwan è governata indipendentemente dalla Cina continentale dal 1949. Pechino considera l'isola come una sua provincia, mentre Taiwan, un territorio con un proprio governo democraticamente eletto, sostiene di essere un paese autonomo e ha relazioni politiche ed economiche con diverse altre nazioni, che ne riconoscono la sovranità.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала