Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

COVID Svizzera: luce verde per terze dosi con Pfizer e Moderna, ma solo per determinate categorie

© Sputnik . Vladimir TrefilovLogo Pfizer
Logo Pfizer - Sputnik Italia, 1920, 26.10.2021
Seguici su
L'Istituto svizzero per gli agenti terapeutici (Swissmedic), autorità di sorveglianza sanitaria, ha approvato l'applicazione della terza dose di vaccini Moderna e Pfizer per le persone particolarmente a rischio e le persone con un sistema immunitario indebolito.
"Swissmedic ha esaminato i documenti presentati, riguardanti la terza dose, e sta adattando le informazioni sui medicamenti per le fasce di popolazione particolarmente a rischio e le persone immunodepresse. I dati degli studi recenti indicano che una dose aggiuntiva può incrementare la capacità di produrre anticorpi contro il coronavirus SARS-CoV-2, soprattutto nei pazienti con un sistema immunitario indebolito. Inoltre, le persone particolarmente a rischio possono beneficiare di una dose di richiamo", osserva la nota dell'autorità.
La nota precisa che la terza dose, somministrata almeno sei mesi dopo la seconda, potrebbe aiutare gli anziani e i pazienti a rischio a rimanere protetti contro il COVID-19.
Per quanto riguarda il dosaggio del vaccino di richiamo, Swissmedic raccomanda di somministrare la stessa dose usata nelle prime due vaccinazioni (0,3 ml) nel caso di vaccino Comirnaty (Pfizer), mentre per il preparato Spikevax (Moderna) si dovrà soministrare metà dose (0,25 ml).

"Alle persone immunodepresse o che presentano una risposta immunitaria debole (ad esempio, chi ha subito un trapianto o i pazienti oncologici), che dopo due dosi di vaccino hanno sviluppato una risposta immunitaria lieve o nulla contro il coronavirus SARS-CoV-2, la terza dose di vaccino, con lo stesso dosaggio, può essere somministrata almeno 28 giorni dopo la seconda dose", sottolinea Swissmedic.

Vaccinazione in Svizzera

La campagna di vaccinazione contro il coronavirus in Svizzera è stata avviata lo scorso dicembre. Le autorità del Paese hanno autorizzato per l'uso di emergenza i vaccini di Pfizer/BioNTech e Moderna.
Alla data del 26 ottobre, in Svizzera (e in Liechtenstein) risultano essere completamente vaccinate 5.487.850 persone, il 63,01% della popolazione del Paese. Il 65,71% dei residenti ha ricevuto almeno una dose di vaccino.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала