Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Arezzo, incendio alla Galvanica Formelli: rischio cianuro nelle acque, il sindaco "non bevete"

© Foto : @emergenzavvfArezzo incendio alla Galvanica Formelli
Arezzo incendio alla Galvanica Formelli - Sputnik Italia, 1920, 26.10.2021
Seguici su
L'incendio, divampato nella giornata di ieri presso l'azienda orafa Galvanica Formelli con sede ad Arezzo, è stato già domato dai vigili del fuoco. Proseguono le operazioni di bonifica, in seguito alla possibile dispersione di cianuro nelle acque della Chiana.
Disastro ambientale sfiorato ad Arezzo, dove sembrerebbe stare andando per il meglio il processo di bonifica della Galvanica Formelli, in seguito all'incendio che ieri ha distrutto una parte dell'azienda orafa, provocando ingenti danni.
Dopo una notte passata a spegnere il rogo, i vigili del fuoco, nella mattinata, sono riusciti anche a contenere la colonna di fumo nero sprigionatasi ieri dalle fiamme.
Sul posto sono giunte anche ditte specializzate in bonifica di acque e fognature, così come il personale della Protezione civile.
Come riferito dall'Ansa, gli ultimi rilevamenti dei tecnici arpat testimoniano che la situazione sta tornando alla normalità, almeno per quanto riguarda l'inquinamento atmosferico.
Buone notizie anche per i due dipendenti trasferiti in ospedale dopo l'incendio per intossicazione: le loro condizioni sono riportate in miglioramento.

Non usare l'acqua della Chiana

Resta la questione della contaminazione delle acque, con le autorità locali che hanno preso tutte le misure necessarie per evitare il rischio di inquinamento atmosferico, come confermato dal sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli:
"Il rischio di inquinamento atmosferico si è diluito ed è pressoché terminato, ma resta quello delle acque. Questa notte sono state costruite due dighe di contenimento, la prima per spezzare il flusso delle acque di scolo della fogna che poi va verso il canale maestro della Chiana, e che sicuramente contenevano cianuro", ha spiegato il primo cittadino.
Proprio da Ghinelli arriva anche "la raccomandazione più importante" per la cittadinanza, che è quella di astenersi dall'utilizzare le acque della Chiana:

"Nell'immediatezza dell'incendio, il flusso si è inizialmente disperso nel canale attraverso il sistema fognario", ha proseguito il sindaco aretino.

Le cause dell'incidente

Stando alle prime ricostruzioni della proprietà dell'azienda, l'incendio sarebbe stato fortuitamente causato da un corto circuito.
Aperto un fascicolo d'inchiesta su quanto accaduto, con gli inquirenti che dovranno stabilire l'esatta dinamica che ha portato al divampare delle fiamme.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала