Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Conte: “Leali al governo Draghi ma pretendiamo il rispetto degli impegni"

© Foto : Giuseppe Conte FacebookGiuseppe Conte al presidio GKN a Campi Bisenzio
Giuseppe Conte al presidio GKN a Campi Bisenzio - Sputnik Italia, 1920, 25.10.2021
Seguici su
Il Reddito di cittadinanza verrà rifinanziato, dice il leader del M5S. E sulle fibrillazioni nel movimento: “Chi ci vuole disuniti resterà a bocca asciutta”.
Fiducia e appoggio, ma ad alcune condizioni. Il Movimento 5 Stelle è pronto a restare al fianco del governo Draghi “ma non staremo zitti e buoni se si tratta di difendere i nostri valori”. Così il leader del M5S Giuseppe Conte parlando al Corriere della Sera di scenari politici e del futuro del suo partito.
“Ho sentito Draghi, il reddito verrà rifinanziato e modificato in base alle nostre proposte. Noi siamo leali al governo, ma non abbiamo firmato assegni in bianco”.
Quindi, “pretendiamo il rispetto degli impegni”, dice l’ex premier ribadendo che il M5S mantiene il suo spirito costruttivo.

Il nuovo M5S non rischia

Per Conte sul fronte interno del Movimento è in corso il “processo di rilancio” che è “solo all’inizio e già facciamo tanta paura. Occorrerà tempo per raccogliere il risultato della semina”.
Sugli scossoni interni al partito e le lotte di potere risponde:
“Grillo e Di Maio li sento entrambi. Chi ci vuole disuniti resterà a bocca asciutta. Sarebbe suicida per tutti, dopo il grande lavoro preparatorio, distruggere un nuovo corso che è appena iniziato e ha bisogno di tempo”.

Elezioni vicine e Draghi al Colle?

L’ex premier non vuole nel frattempo parlare di elezioni anticipate o di voto per il Quirinale e bacchetta chi un giorno dopo l’altro chiede se il prossimo presidente della Repubblica sarà l’attuale premier.
Conte dice “no a chi tira Draghi per la giacca. Lo spingono al Quirinale, lo vincolano a rimanere sino a fine legislatura, lo proiettano oltre il 2023. Tutto e il contrario di tutto”.
E in questa situazione il M5S “non pensa alle proprie convenienze ed è per questo che non vogliamo contribuire a distrarre il governo: c’è da fare la riforma del fisco, delle pensioni, degli ammortizzatori sociali, del salario minimo...”
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала