Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Riprende il cammino tortuoso del ddl Zan, da mercoledì il dibattito al Senato

© Foto : Marco MerliniPresidio delle associazioni Lgbti e dei movimenti della società civile per chiedere al Senato l'approvazione del Ddl Zan licenziato alla Camera
Presidio delle associazioni Lgbti e dei movimenti della società civile per chiedere al Senato l'approvazione del Ddl Zan licenziato alla Camera
 - Sputnik Italia, 1920, 24.10.2021
Seguici su
Il testo sull’omotransfobia torna in Aula dopo la lunga pausa e i contrasti tra il centrosinistra, la Lega e Italia viva. Renzi: “Senza modifiche rischia di non passare”.
Riprende mercoledì prossimo il dibattito sul ddl Zan in Senato. La discussione era stata troncata dalla pausa estiva e dalla moltitudine di provvedimenti urgenti che avevano intasato il calendario di lavori della Camera alta.
Dal 27 ottobre il testo sull’omotransfobia, che contiene misure di prevenzione e contrasto della discriminazione e della violenza per sesso, genere o disabilità, torna nel vivo del suo iter.
Il testo aveva visto il duro scontro tra centrodestra e centrosinistra. Ago della bilancia Italia viva che aveva chiesto modifiche per l’approvazione, come alla Camera.
Da mercoledì, secondo quanto deciso dalla Capogruppo, è prevista la prosecuzione e conclusione della discussione generale e a seguire i due voti sul non passaggio agli articoli chiesti da Lega e FdI.

Renzi: “Senza modifiche a rischio”

Il leader di Iv Matteo Renzi è tornato a dire la sua sul ddl Zan: “Se si modifica il testo in un quarto d'ora si porta a casa. Da tre mesi non se ne parla più, a questo punto possono succedere due cose: o vanno dritto e non passa, e sarebbe un peccato, oppure ci si accorda per una piccola modifica e vissero tutti felici e contenti”.
Per Renzi non bisogna “incaponirsi su un dettaglio considerato un errore anche dagli stessi che il ddl lo propongono” e per questo “biogna avere il coraggio e la forza di trovare accordi, chi non lo fa manda il ddl Zan contro un muro".

Cos’è il ddl Zan

Il ddl Zan, approvato alla Camera il 4 novembre 2020, è un aggiornamento della legge Mancino a cui si riallaccia.
La legge contrasta i reati di razzismo e prevede il carcere da uno ai quattro anni per chi istiga alla violenza omofobica, intervenendo sull'articolo 604 bis del codice penale.
Nel ddl c’è anche una parte non repressiva che ha principalmente l’obiettivo di diffondere una cultura della tolleranza, con l’istituzione il 17 maggio della "Giornata nazionale contro l'omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала