Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Open Arms, Salvini: “Andare a processo perché ho fatto il mio dovere è surreale” - Video

Seguici su
A Palermo ieri è partito il processo a Matteo Salvini, capo della Lega, per i fatti legati alla vicenda 'Open Arms', la nave della omonima ong, dalla quale l’allora ministro dell’Interno si rifiutò di far sbarcare i migranti in un porto italiano.
“Difendere i confini, la sicurezza, l’onore, la dignità di un Paese è un dovere non di un ministro, ma di chiunque. Andare a processo perché ho fatto il mio dovere è surreale”, ha dichirato il capo della Lega al termine dell’udienza che lo vede accusato di sequestro di persona.
L’udienza è stata dedicata all’ammissione delle liste delle persone da ascoltare, presentate dall’accusa e dalla difesa. Alcune parti civili, fatto singolare, hanno citato come testimone anche l’attore Richard Gere, perché nel 2019, mentre la nave attendeva l’autorizzazione per un porto sicuro, salì a bordo della Open Arms.
Matteo Salvini  - Sputnik Italia, 1920, 23.10.2021
Caso 'Open Arms', al via a Palermo il processo a Salvini
“Ditemi voi quanto è serio un processo dove verrà a testimoniare da Hollywood sulla mia cattiveria, Richard Gere”, ha detto l’ex ministro degli Interni ai giornalisti.
“Mi dispiace solo per due cose: per il tempo che tolgo ai miei figli e per i soldi che gli italiani spendono per questo proccesso politico organizzato dalla sinistra”, ha concluso Salvini.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала