Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Migranti, l'appello di Papa Francesco: "Basta respingimenti, in Libia veri lager"

Papa Francesco - Sputnik Italia, 1920, 24.10.2021
Seguici su
Il Papa ricorda nella preghiera dell'Angelus il dramma dei migranti e dei respingimenti nel Mediterraneo. Alla comunità internazionale chiede l'impegno a garantire dignità, integrazione e asilo.
Papa Francesco ha lanciato un appello per i migranti durante la preghiera dell'Angelus pronunciata questa domenica a Piazza San Pietro.
Il Papa chiede di porre fine ai respingimenti "dei migranti in Paesi non sicuri" e di "dare priorità al soccorso di vite umane in mare con dispositivi di salvataggio e di sbarco prevedibile"

"Sentiamoci tutti responsabili di questi nostri fratelli e sorelle - il suo appello - che da troppi anni sono vittime di questa gravissima situazione e preghiamo insieme per loro in silenzio".

Francesco: "In Libia ci sono veri lager"

Poi il Papa si rivolge direttamente alle migliaia di migranti, rifugiati e richiedenti asilo.

"Non vi dimentico mai, sento le vostre grida e prego per voi. Tanti di questi uomini, donne e bambini sono sottoposti a una violenza disumana. Ancora una volta chiedo alla comunità internazionale di mantenere le promesse di cercare soluzioni comuni, concrete e durevoli per la gestione dei flussi migratori in Libia e in tutto il Mediterraneo. E quanto soffrono coloro che sono rimandati! Ci soni dei veri lager", ha sottolineato.

L'appello alla comunità internazionale

Alla comunità internazionale il Papa chiede l'impegno a garantire ai migranti "condizioni di vita degne, alternative alla detenzione, percorsi regolari di immigrazione e accesso alle procedure di asilo".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала