Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tragedia sul set di Baldwin: i film di Hollywood in cui ci è scappata la vittima

© AP Photo / Mark LennihanГолливудский актер Алек Болдуин
Голливудский актер Алек Болдуин - Sputnik Italia, 1920, 23.10.2021
Seguici su
L’industria cinematografica statunitense è ancora scossa dall’inaspettato decesso di Halyna Hutching che è stata colpita a morte da un proiettile sparato dall’attore Alec Baldwin sul set di un film. È soltanto l’ultimo di una lunga serie di incidenti che hanno interessato Hollywood negli ultimi anni.
È in corso un’indagine sulla dinamica per cui Halyna Hutchins, direttrice della fotografia sul set dell’ultimo film di Alec Baldwin, il western Rust, sia rimasta vittima di un proiettile sparato da una pistola di scena.
La quarantaduenne Hutchins è stata ferita mortalmente e anche il regista del film, Joel Souza, è stato ferito in seguito al terribile incidente prodottosi presso il Bonanza Creek Ranch nel Nex Mexico.
Hutchins, nata in Unione Sovietica, è stata trasportata via elicottero presso l’Ospedale universitario del New Mexico dove è deceduta.
L’attore sessantatreenne Baldwin è stato descritto come “scosso” e “in lacrime”. Il suo portavoce ha parlato di un “incidente” creato dal malfunzionamento di un’arma da fuoco di scena caricata con cartucce a salve.
Per ironia della sorte il personaggio interpretato da Baldwin nel film è il nonno di un ragazzo tredicenne condannato per un omicidio accidentale.
Alec Baldwin - Sputnik Italia, 1920, 23.10.2021
Tragedia sul set Rust, il regista Chiesa: in Italia solo proiettili a salve
La dinamica che ha portato al decesso di Hutchins potrebbe rimanere oscura ancora per giorni o settimane ma la International Alliance of Theatrical Stage Employees (che rappresenta le maestranze dell’industria cinematografica) si è espressa negli ultimi giorni a favore di un aumento degli stipendi delle maestranze e una riduzione del carico orario delle stesse.
La morte di Hutchins non è la prima sul set.

Deadpool 2 (Joi Harris) – 2017

Nel mese di agosto nel 2017 la controfigura Joi Harris, nota come SJ, ha perso la vita durante le riprese di Deadpool 2 con Ryan Reynolds.
Il film è stato girato presso la città natale di Reynolds, Vancouver (Canada). Joi Harris ha perso la vita poiché aveva perso il controllo della sua motocicletta che guidava senza casco.
I testimoni riportano che Harris, al lavoro sul set del suo primo film, si sia schiantata contro la Shaw Tower.
“La moto è volata per aria al di sopra strada. La motociclista era sulla moto e si vede chiaramente che ha perso il controllo”, riportò un testimone.
La quarantenne Harris era la controfigura dell’attrice Zazie Beetz il cui personaggio, Domino, è una sexy mercenaria mutante che coopera con il personaggio di Reynold, Deadpool, un supereroe bionico.
Harris non indossava un casco ma una parrucca afro per favorire la somiglianza con Beetz.
Il decesso di Harris è avvuto un mese dopo quello di John Bernecker che, mancando il materasso di sicurezza, è caduto da un balcone situato a quasi 8 metri di altezza durante le riprese della serie TV americana The Walking Dead.

Il Corvo (Brandon Lee) – 1993

Il figlio del mitico re delle arti marziali Bruce Lee è deceduto tragicamente sul set di un film.
Nel 1993 Brandon Lee perse la vita sul set del Corvo dopo aver ricevuto un colpo da una pistola che avrebbe dovuto sparare cartucce a salve.
Il ventottenne Brandon fu portato d’urgenza all’ospedale di Wilmington (Carolina del Nord) dove morì dopo 6 ore di operazione chirurgica.
Un mese dopo Jerry Spivey, pubblico ministero della circoscrizione della Carolina del Nord, stabilì che il decesso si era prodotto in esito a negligenza e non si configurasse invece l’ipotesi di un illecito penale. Spivey assolse dunque Michael Massee, l’attore che sparò il colpo.
Brandon aveva cominciato a recitare con Dolph Lundgren in Resa dei conti a Little Tokyo e stava iniziando a delineare la sua carriera cinematografica cercando di allontanarsi dall’ombra del padre.
Nel Corvo era stato selezionato nel cast per interpretare il personaggio di Eric Draven, una rock star che resuscita dal mondo dei morti per vendicare la propria morte.
Il film rimase incompiuto subito dopo la morte di Brandon, ma venne terminato con l’aiuto delle tecnologie digitali e raccolse 50 milioni di dollari al botteghino.
Shannon, la sorella di Brandon, dopo la morte di Hutchins, ha pubblicato un tweet dove scrive: “Nessuno dovrebbe mai perdere la vita su un set cinematografico. Punto.”

Top Gun (Art Scholl) – 1985

Tom Cruise interpretava il ruolo di Pete “Maverick” Mitchell, un pilota della marina militare statunitense, in Top Gun.
Il film sbancò il botteghino, ma dietro le quinte si produsse un incidente.
Il cinquantatreenne Art Scholl era una controfigura che aveva lavorato già sul set di Indiana Jones e il tempio maledetto e anche su quello della serie televisiva A-Team.
Ma sul set di Top Gun ebbe un problema sul suo volo e si schiantò nell’Oceano Pacifico.
Le sue ultime parole via radio furono: “Ho un problema. Ho un problema serio”.
Il tanto atteso sequel di Top Gun è previsto per quest’anno.

Arriva un cavaliere libero e selvaggio (Jim Sheppard) – 1978

I western erano molto popolari negli anni ’60 e ’70.
Nel 1978 James Caan, Jane Fonda e Jason Robards interpretarono i ruoli principali di Arriva un cavaliere libero e selvaggio. Il personaggio di Jane Fonda, Ella Connors, desidera vendere il proprio bestiame.
In una scena del film il personaggio di Jason Robards avrebbe dovuto essere trascinato a morte da un cavallo.
Sfortunatamente la scena si rivelò persino troppo realistica e la sua controfigura Jim Sheppard rimase ucciso dopo che il cavallo cambiò improvvisamente direzione. Sheppard ricevette dei colpi che gli costarono la vita.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала