Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ricerca scienziati USA, ecco quali sarebbero le conseguenze di una guerra nucleare

© East News / USA/Science Photo LibraryMushroom cloud from an American atomic bomb test on January 17, 1962. The test was designated Upshot Knothold Grable shot No. 10.
Mushroom cloud from an American atomic bomb test on January 17, 1962. The test was designated Upshot Knothold Grable shot No. 10. - Sputnik Italia, 1920, 23.10.2021
Seguici su
Un gruppo si scienziati americani hanno studiato e descritto quali potrebbero essere le conseguenze per il nostro pianeta derivanti dell'uso delle armi nucleari in un coflitto.
Scienziati della Rutgers University, del Centro nazionale per la ricerca atmosferica e di altre organizzazioni scientifiche americane hanno previsto il cambiamento climatico che avrebbe luogo a lungo termine sulla Terra in caso di utilizzo di armi nucleari. I risultati sono stati pubblicati sul Journal of Geophysical Research: Atmospheres.
Gli autori dello studio hanno utilizzato un moderno modello climatico, utilizzando emissioni di aerosol e ossidi di azoto, per scoprire gli effetti della guerra nucleare sull'ozono e la conseguente quantità di luce ultravioletta che raggiungerebbe la superficie. Gli scienziati hanno modellato le conseguenze dei conflitti, sia locali che globali, usando questo tipo di arma.
Si è scoperto che l'uso di una bomba atomica può distruggere permanentemente lo strato di ozono sul pianeta, cosa che porterebbe inevitabilmente a radiazioni ultraviolette più forti.
Ciò influenzerebbe seriamente sulla salute umana e danneggerebbe il cibo.
Gli scienziati hanno esaminato lo scenario di un'ipotetica guerra nucleare regionale indo-pakistana e di un conflitto su larga scala tra Russia e Stati Uniti. Nel primo caso, cinque megatoni di fuliggine radioattiva entrerebbero nell'atmosfera e l'intensità della radiazione ultravioletta aumenterebbe nel corso di un anno. Lo strato di ozono si ridurrebbe di un quarto e si riprenderebbe solo dopo 12 anni. La guerra tra Russia e Stati Uniti porterebbe invece ad emissioni di 150 megatoni di fuliggine radioattiva e l'intensità delle radiazioni ultraviolette aumenterebbe in otto anni. Lo strato di ozono verrebbe ridotto del 75% e tale situazione durerebbe per 15 anni.
Secondo gli autori dello studio, i risultati indicano che la guerra nucleare rappresenta una minaccia molto maggiore di quanto si pensasse in precedenza.
Sistema di difesa aerea americano Patriot - Sputnik Italia, 1920, 23.10.2021
Il sistema di difese USA non basta a fermare un attacco nucleare della Russia, secondo 'Forbes'
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала