Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass: quanti sono i lavoratori senza certificato? Lo svela uno studio della Cgia

© Sputnik . Anton DenisovIl visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 23.10.2021
Seguici su
Il totale degli occupati sprovvisti di green pass, secondo la Cgia corrisponde a 2.693.997 lavoratori totali. Se da essi decurtiamo i 350 mila esenti dal certificato verde per motivi di salute, e gli 1,3 milioni di addetti regolarmente sottoposti al tampone intra-settimanale, rimangono ''scoperti'' circa un milione di occupati.
A vincere nella quantomeno strana classifica, di questi tempi, la provincia autonoma di Bolzano, dove sarebbero addirittura in 42.150 i lavoratori non vaccinati, pari al 17,5 % dei lavoratori totali.
Questo il dato segnalato dall'ufficio studi della Cgia. A seguire la Sicilia, con 204.605 addetti che non hanno alcun vaccino, pari al 15,7% del totale, le Marche con 91.105 lavoratori senza vaccino, pari al 15.1 % del totale, e la Valle D'Aosta, con 7.872, che corrisponde ad un 15% del totale.
A livello di aree, si segnala la situazione più critica nel Sud Italia, dove le stime indicano 767mila occupati sprovvisti di vaccino, che corrisponde al 13.1 % del totale, secondo i dati aggiornati al 21 di questo mese.
Il totale degli italiani non vaccinati ammonta secondo lo studio a 2.693.997 abitanti, vale a dire il 12,2% del totale.
Va sottolineato, come d'altronde sottolinea la Cgia stessa, che la stima statistica è stata ricostruita sulla base dei dati settimanali pubblicati dalla Presidenza del consiglio dei ministri per la fascia di età 20- 59 anni, che corrisponde anche alla fascia di età che rappresenta il maggior segmento di lavoratori nel Paese.
Lo studio sottolinea inoltre che i dati potrebbero risultare un po' sfalsati dal fatto che non si hanno in realtà informazioni sugli occupati oltre i 60 anni e quelli tra i 15 e i 19, cosa che tenderebbe ad innalzare il dato degli occupati ed il dato conseguente relativo dei non vaccinati.
La stima, sottolinea la Cgia, dovrebbe però essere di contro bilanciata, per il fatto che è stato decurtato il dato relativo ad inoccupati ed inattivi, risultando per forza di cose il risultato netto tra lavoratori non vaccinati e lavoratori totali del segmento 20 - 59, che rispecchia la situazione generale dei lavoratori.
Alla cifra individuata dalla Cgia, se vi sottraiamo le 350mila persone che per ragioni di salute sono esenti dal possesso del certificato verde, e i 1,3 milioni di addetti che si sottopongono a tampone nel corso della settimana, arriviamo a toccare il milione di occupati.
Dati allarmanti, se si pensa al fatto che, come si chiede la Cgia facendo due conti, togliamo un milione di persone dalla forza-lavoro del paese, i disagi risultanti dovrebbero essere elevati, o per lo meno vi sarebbero dovute essere delle qualche segnalazioni.
Si arriva così ad ipotizzare un raggiro dei controlli e delle disposizioni da parte di chi lo deve effettuare. In pratica è possibile che qualche ''furbetto'' sprovvisto del certificato verde abbia comunque lavorato?

''Come mai, nonostante tutte queste assenze, gli imprenditori non hanno denunciato alcun problema organizzativo? Forse perché le cose sono andate diversamente. Infatti, la sensazione è che molti dipendenti senza Green pass abbiano ''aggirato'' le disposizioni previste dal decreto legge, recandosi comunque in fabbrica o in ufficio. I controlli, così come previsti dalla norma, non sarebbero particolarmente stringenti", dichiara l'ufficio studi della Cgia di Mestre.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала