Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Aggredisce l’ex compagna e la insegue fino in caserma: arrestato dai Carabinieri

© Sputnik . Evgeny UtkinVeicoli di carabinieri a Milano
Veicoli di carabinieri a Milano - Sputnik Italia, 1920, 22.10.2021
Seguici su
Siamo a Roma, nella ex borgata di Acilia, una donna citofona con il cuore in gola alla caserma dei Carbinieri per chiedere aiuto e riparo contro l’ex compagno, che vuole farle del male.
Lui la insegue e, incurante dell’autorità rappresentata dai Carabinieri, la aspetta all’esterno della caserma.
L’uomo è stato quindi arrestato in flagranza all’esterno della Stazione dei Carabinieri di Roma Acilia. Si tratta di un romano di 38 anni, senza fissa dimora e con diversi precedenti di polizia. È stato arrestato con l’accusa di atti persecutori, furto aggravato e lesioni personali.

I fatti

L’uomo, nel corso di una discussione scaturita per motivi di gelosia, avrebbe aggredito in strada l’ex compagna, una romana di 43 anni, minacciandola e colpendola violentemente con schiaffi al volto, per poi sottrarle anche il cellulare. Solo le urla della donna lo hanno indotto ad allontanarsi dalla scena dell’ennesima violenza sulle donne in luogo pubblico.
La vittima, impaurita, si è subito diretta presso la vicina stazione dei Carabinieri di Acilia per denunciare l’evento e raccontare una serie di condotte persecutorie, di vessazioni psicologiche e di violenze fisiche commesse dall’uomo in suo danno. Il persecutore, infatti, non accettava la fine della loro relazione sentimentale.
Proprio nelle fasi di ascolto della vittima, il 38enne, incurante, si è presentato presso la Caserma dei Carabinieri per aspettare l’uscita della donna. I militari hanno quindi raggiunto l’uomo all’esterno e, dopo una perquisizione, lo hanno trovato ancora in possesso del cellulare rubato poco prima alla donna.
L’indagato è stato così arrestato e condotto presso la casa circondariale di Velletri, in attesa del giudizio di convalida del Tribunale di Roma, all’esito del quale il giudice ha disposto la custodia cautelare in carcere.
Durante la pandemia, le segnalazioni di violenze subite dalle donne si sono impennate dell'80%.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала