Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lamorgese nel mirino di prefetti e questori: "Lontana dai problemi reali"

© AFP 2021 / Filippo MonteforteLuciana Lamorgese, ministra dell'Interno
Luciana Lamorgese, ministra dell'Interno - Sputnik Italia, 1920, 21.10.2021
Seguici su
'Il Giornale' pubblica il contenuto di alcune chat, in cui i dirigenti delle forze dell'ordine criticano l'operato del Viminale. Ed esplode l'ironia social per la difesa dell'agente in borghese, immortalato durante l'assalto al blindato, durante la manifestazione no-pass in piazza del Popolo a Roma.
Un ministro chiuso nei “palazzi affrescati” e “lontano dai problemi della gente”. Così nelle chat degli operatori della Polizia viene descritta Luciana Lamorgese. Da mesi sotto attacco della destra per la gestione, spesso discutibile, dell’ordine pubblico, viene difesa a spada tratta dalla sinistra e dallo stesso premier.
Ora a sconfessarla, secondo quanto scrive Chiara Giannini sul Giornale in edicola, sarebbero gli stessi poliziotti. “Prefetti e questori”, che, rivela il quotidiano, sarebbero sostanzialmente dello stesso avviso di Matteo Salvini e Giorgia Meloni.
La ministra, si legge nelle chat pubblicate dal Giornale, “sta chiusa nel suo ufficio, non esce, non si occupa dei problemi delle Forze dell'ordine”. “Non capiamo perché non si dimette”, scrivono. Lamorgese, secondo i dirigenti di polizia, sarebbe “fuori dai problemi reali”. “Dovrebbe scendere per strada e rendersi conto dei disagi della gente”, proseguono i critici.
Il ministro Lamorgese - Sputnik Italia, 1920, 19.10.2021
Assalto Cgil, Lamorgese respinge le accuse di "strategie oscure e inquietanti retroscena"

Il Viminale è nell’occhio del ciclone da diversi mesi per gli sbarchi di migliaia di migranti a Lampedusa, per aver permesso che nelle campagne attorno a Valentano, nel Viterbese, andasse avanti per giorni un maxi rave-party con droga, alcol a fiumi e persino un decesso tra i giovani partecipanti.

Poi sono arrivate le polemiche per l’assalto alla sede della Cgil, durante la manifestazione dei no-pass e Forza Nuova e per le cariche contro i portuali che protestavano contro l’obbligo del certificato verde a Trieste.
L’ultima gaffe della ministra, che ha scatenato l’ironia social, e non solo, è stata quella relativa al ruolo dell’agente in borghese, immortalato assieme ai manifestanti che tentavano di assaltare un blindato che passava in mezzo alla folla di manifestanti anti green pass radunata a piazza del Popolo.

Secondo la Lamorgese stava “verificando la forza ondulatoria scaricata sul mezzo”. Una giustificazione risibile, secondo molti, che ha attirato sul ministro una nuova ondata di critiche, oltre a decine di vignette e meme sul web e sui social.

La disparità del trattamento riservato ai lavoratori triestini e ai partecipanti alla mega festa abusiva, inoltre, non è passata inosservata neppure tra gli agenti, come nota qualche rappresentante sindacale.
Insomma, a chiedere le dimissioni del ministro non ci sarebbero soltanto Lega e Fratelli d’Italia. L’insofferenza circolerebbe anche tra gli uomini in divisa, che, almeno nel segreto delle chat, si dichiarano spiazzati dall’operato del Viminale.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала