Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La richiesta del sindacato Uil Bologna: usare green pass per far emergere il lavoro nero

© Foto : Media StellantisOperaio Stellantis al lavoro
Operaio Stellantis al lavoro - Sputnik Italia, 1920, 20.10.2021
Seguici su
Il sindacato Uil di Bologna ha un'idea da suggerire alle autorità di governo, ovvero usare il green pass per far emergere il lavoro nero presente nelle attività commerciali di ogni settore.
In effetti, con un incrocio di dati, in teoria, sarebbe possibile, ma il Garante per la privacy sarebbe d’accordo a consentire questa cessione di dati personali?
Intanto, Carmelo Massari, coordinatore Uil Bologna, dice, citato dall'Ansa:

“Perché non far sì che l'Ispettorato del lavoro entri in azienda per verificare il possesso o meno del green pass e, al contempo, vagli anche la presenza o meno di lavoratori in nero? In questo modo si ottiene un duplice obiettivo: la verifica del green pass da parte di un ente terzo e l'eventuale emersione del nero”.

Poi il sindacalista precisa che, come richiesto dalla segreteria nazionale della Uil, loro restano per la vaccinazione obbligatoria, ma visto che ora il green pass c’è, perché non approfittarne?

“Fermo restando che siamo per la vaccinazione e il governo avrebbe dovuto renderla obbligatoria, il green pass rientra a pieno titolo tra gli 'strumenti' tesi alla sicurezza del lavoratore sul posto di lavoro. Ma non solo, il green pass può essere piegato anche ad una seconda finalità: l'emersione del nero in ambito lavorativo”.

Il sindacalista, poi, ricorda che in Emilia Romagna “vi sono 97.775 imprese, di cui 83.600 attive. Nel 2020, l'ispettorato del lavoro, insieme all'Ausl e ai Carabinieri, ha compiuto, nell'area metropolitana bolognese, 'solo' 1.945 ispezioni Covid”.

Per il sindacalista, si è trattato “nel complesso, di una mole di controlli del tutto esigua, se rapportata alla platea industriale. Ciò, chiaramente, per l'insufficienza del personale adibito ai controlli”, ci tiene a sottolineare.

Il nodo, infatti, “sta nei pochi ispettori a disposizione della struttura. Ecco perché, come sindacato, al tavolo governativo, abbiamo chiesto non l'assunzione di 2.500 ispettori, come proposto dal Governo, bensì di 5.000” ispettori del lavoro.
Anche se gli ispettori veri e propri saranno soltanto 2.100, gli altri 200 saranno ingegneri e tecnici. Il bando di concorso è atteso in uscita a breve, per un totale di posti pari a 2.300. Con molta probabilità, potranno accedere al concorso solo laureati in materie giuridiche o equipollenti.
Manifestazione No Green Pass, Milano 31.07 - Sputnik Italia, 1920, 19.10.2021
Il green pass sui luoghi di lavoro sta lacerando il solidarismo sociale
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала