Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Green pass, Coldiretti: nei campi 1 lavoratore su 2 da Paesi in cui si usa Sputnik V

© Sputnik . Zahraa al АmirNella buccia degli acini d'uva ci sono sostanze che danno 7 colori, tra cui il blu
Nella buccia degli acini d'uva ci sono sostanze che danno 7 colori, tra cui il blu - Sputnik Italia, 1920, 20.10.2021
Seguici su
Coldiretti plaude l'apertura della Ue al riconoscimento di singoli Paesi del vaccino russo anti-Covid Sputnik V per l'ottenimento del green pass.
Coldiretti ha espresso in una nota il proprio gradimento per l'apertura dell'Unione Europea al riconoscimento della vaccinazione contro il Covid con il siero russo del Centro Gamaleya, rilevando che nel settore agricolo italiano 1 lavoratore straniero su 2 proviene da Paesi in cui l'immunizzazione contro il coronavirus avviene con l'uso di Sputnik V e che in questo periodo, dove si sta per concludere la vendemmia e sta per iniziare la raccolta delle olive, è di fondamentale importanza non avere problemi con la manodopera.
A proposito dell'apertura della Ue, Coldiretti ha ricordato che l'Italia ha già un accordo sul riconoscimento del vaccino russo con San Marino.

"Una strada che l'Italia ha già aperto con l'accordo raggiunto per i cittadini di San Marino e che adesso è importante estendere a tutti gli stranieri presenti in Italia che hanno scelto il vaccino russo, a partire dai lavoratori agricoli", afferma l'organizzazione agricola italiana, citata dall'Ansa.

Coldiretti ricorda che il numero di lavoratori immunizzati con Sputnik o col vaccino cinese Sinovac nel settore agricolo è pari a circa 180mila.
In precedenza il portavoce della Commissione Europea Christian Wigand aveva ribadito che "di base è una decisione nazionale" il riconoscimento del vaccino russo anti-Covid Sputnik V.
La produzione del vaccino Sputnik V a Hankook Korus - Sputnik Italia, 1920, 05.10.2021
Sputnik V, gli scienziati russi cambiano il metodo di studio per adeguarsi alle richieste dell'Ema
Prima ancora l'ufficio stampa dell'Agenzia Europea per i Medicinali (Ema) aveva riferito che emissari del regolatore europeo avrebbero potuto effettuare nuove ispezioni in Russia una volta ricevuti nuovi dati sul vaccino contro il coronavirus Sputnik V. Ricordiamo che il siero anti-Covid russo del Centro Gamaleya è ancora in fase di rolling review da parte dell'Ema.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала