Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Furbetti del Reddito di Cittadinanza, in 109 denunciati a Bari

© Sputnik . Aleksey Suhorukov / Vai alla galleria fotograficaEuro
Euro - Sputnik Italia, 1920, 20.10.2021
Seguici su
Denunciate 109 persone a Bari per aver indebitamente percepito il reddito di cittadinanza, creando alle casse dello stato una perdita pari a 900 mila euro.
Le persone riuscivano a percepire il reddito di cittadinanza, nonostante fossero stati condannati per reati di mafia, tra cui spaccio di droga e omicidio. Il sostegno al reddito non è previsto per chi ha commesso reati penali.
Ad accorgersi dell’illecita percezione del reddito di cittadinanza la Guardia di Finanza, che ha così allertato l’Inps, affinché bloccasse l’erogazione.
Tra i percettori del reddito di cittadinanza anche esponenti di spicco dei clan mafiosi, attivi tra le province di Barletta, Trani e Andria. Costui, in particolare, risulta essere condannato in via definitiva per il reato di associazione mafiosa e per il tentato omicidio di un affiliato ad un clan mafioso rivale.
A ricevere impropriamente il reddito di cittadinanza erano i conviventi dei boss e degli esponenti dei clan Capriati e Di Cosola, oltre al clan Cannito-Lattanzio.
L’operazione Veritas, come l’hanno definita le Fiamme Gialle, getta ancora una volta luce su un fenomeno esteso su tutto il territorio nazionale.

Il nuovo reddito di cittadinanza

Il reddito di cittadinanza è in scadenza il 31 dicembre del 2021, ma il governo Draghi ha già annunciato il suo prolungamento per tutto il 2022.
Il reddito di cittadinanza sarà rifinanziato con fondi aggiuntivi, attraverso la manovra economica in via di definizione, ma è prevista una sua revisione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала