Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

USA e Turchia al lavoro sulla controversia F-35, Washington: "non abbiamo fatto proposte"

CC0 / Public domain / Il caccia F-35 Lightning II
Il caccia F-35 Lightning II - Sputnik Italia, 1920, 18.10.2021
Seguici su
Il Pentagono continua a lavorare con la Turchia per risolvere la controversia sulla fornitura degli aerei da combattimento F-35, ha affermato il portavoce del Dipartimento di Stato americano, Ned Price.
"Il dipartimento della Difesa continua a svolgere consultazioni con la Turchia riguardo il meccanismo di soluzione della controversia", ha affermato Price in un briefing.
Il portavoce ha sottolineato che gli USA "non hanno fatto alcuna proposta finanziaria sulla richiesta della Turchia riguardo gli F-35".

"Il dipartimento non conferma e non commenta gli accordi sulle armi fino a quando non verranno portati a conoscenza del Congresso", ha detto Price.

Domenica, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha affermato che gli USA avevano proposto al suo Paese di acquistare caccia F-16 al posto dei caccia di ultima generazione F-35 dopo che Ankara è stata esclusa dal programma di produzione di questi ultimi.
Un aereo F-16 dell'aeronautica militare turca - Sputnik Italia, 1920, 17.10.2021
Erdogan svela cosa hanno proposto USA dopo esclusione di Turchia da programma produzione F-35
Gli USA avevano precedentemente inviato alla Turchia una notifica formale sull'esclusione di Ankara dal programma di produzione dei caccia F-35. Il motivo per tale decisione è stato l'acquisto dei sistemi di difesa antiaerea russi S-400 da parte della Turchia. Gli Stati Uniti hanno annullato il memorandum congiunto per la produzione degli F-35, firmato dalla Turchia nel gennaio 2007, firmando un nuovo documento con i sette partner rimanenti nel progetto F-35: Regno Unito, Italia, Paesi Bassi, Australia, Danimarca, Canada e Norvegia.
La Turchia si era assunta un obbligo di acquistare 100 aerei F-35. Inoltre, il Paese produceva anche oltre mille loro componenti. Il ministro dell'Industria e della Tecnologia Mustafa Varank aveva dichiarato che la Turchia avrebbe proseguito con la produzione di questi componenti, nonostante sia stata esclusa dal progetto.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала