Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il piano del governo per eliminare il green pass: serviranno il 90% di vaccinati e le terze dosi

© Sputnik . Anton DenisovIl visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo
Il visitatore presenta un codice QR prima di entrare in un museo - Sputnik Italia, 1920, 18.10.2021
Seguici su
Il piano è allo studio dell’esecutivo e del Cts con una possibile partenza da gennaio 2022, ma dipenderà dalla campagna di immunizzazione, dall’andamento della pandemia e l’influenza stagionale.
Un piano per eliminare, gradualmente, molte delle attuali restrizioni, tra cui anche l’obbligo di green pass, anche sui luoghi di lavoro. Una strategia, che ha molte condizioni da soddisfare, che è allo studio del governo Draghi e del Cts come riportano oggi diversi giornali italiani.
Si tratterebbe di allentare le misure a partire da gennaio 2022: prima non è possibile per almeno tre motivi.
Il primo è l’andamento della campagna vaccinale, che deve raggiungere il 90% della popolazione coperta dal siero anti-Covid.
Massimiliano Fedriga - Sputnik Italia, 1920, 17.10.2021
Fedriga: “Spero che con il 90% di copertura vaccinale il green pass possa essere eliminato”
In secondo luogo vanno somministrate tutte le terze dosi necessarie per la sicurezza dei fragili e degli anziani.
E infine, il governo non vuole far accavallare la pressione sul Servizio sanitario dei casi dell’influenza stagionale con possibili nuove impennate di contagi da coronavirus.

Stop green pass

Il primo obiettivo, il 90% di immunizzati, se la media di immunizzazioni resterà intorno alle 400mila a settimana, sarà raggiunto a fine dicembre. Bisogna riempire il gap che separa l’attuale 80-85% dalla meta.
Per quanto riguarda l’obbligo del green pass, che è collegato allo stato di emergenza in scadenza al 31 dicembre, potrebbe da gennaio restare in vigore soltanto per alcune situazioni a rischio, come stadi, discoteche e concerti.
Non sarebbe più necessario invece per accedere a bar, ristoranti e pub al chiuso.
Non dovrebbe essere più richiesta la certificazione nemmeno per spostarsi all’estero. E dovrebbe saltare l’obbligo anche per i lavoratori, ma con l’eccezione di chi svolge mansioni a contatto con il pubblico.

Stop anche per la mascherina al chiuso

Secondo quanto emerge dal piano, un ulteriore passo potrebbe essere la cancellazione dell’obbligo di mascherina nei luoghi chiusi mantenendo il distanziamento.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала