Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

In Calabria sequestrati 235 ghiri congelati, il cibo dei “banchetti” dei boss della ‘ndrangheta

© Foto : Carabinieri Reggio CalabriaCarabinieri Delianuova, Reggio Calabria
Carabinieri Delianuova, Reggio Calabria - Sputnik Italia, 1920, 17.10.2021
Seguici su
Gli esemplari, considerati specie protetta, sono segno di potere nell’organizzazione criminale e il loro simbolismo ha origini ancestrali.
Nel corso di una perquisizione a Delianuova, nel Reggino, i Carabinieri hanno trovato, oltre a una piantagione di marijuana, con 730 piante, anche diversi ghiri vivi in gabbia e soprattutto 235 ghiri surgelati in freezer in oltre 50 pacchetti, destinati alla vendita o al consumo.
Un ritrovamento particolare, ma che si lega direttamente alle tradizioni della ‘ndrangheta: i ghiri, infatti, sono il cibo simbolo di potere per i boss delle ‘ndrine.
I militari dell’Arma hanno arrestato tre persone per produzione di sostanze stupefacenti e uccisione o cattura di specie animali protette.

Una tradizione che viene da lontano

La caccia ai ghiri ha origini lontane e nella cultura 'ndranghetista ha significati ancestrali.
Cotti nel sugo o arrosto, erano il cibo dei legionari romani, che si portavano dietro contenitori in cui allevavano i roditori per avere a disposizione cibo per i momenti di bisogno.
Nella provincia di Reggio il consumo del ghiro è una sorta di celebrazione di un simbolo di potere. Consumare piatti a base di ghiri in riunioni organizzate per scambi di favori ha un alto valore simbolico e lega i commensali in un patto quasi impossibile da rompere.
Più volte nelle intercettazioni della malavita della Locride si parla di cene pacificatrici a base di ghiri tra cosche contrapposte.
La zona dove la tradizione è più radicata è quella delle "Serre", dove si incrociano le province di Catanzaro, Vibo Valentia e Reggio Calabria.
La Lav stima che nel solo comune di Guardavalle vengano catturati 20mila animali l’anno, rivenduti a cinque euro l’uno.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала