Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Gas: Nord Stream 2 pronto al lancio, manca solo il via libera di Berlino

© Sputnik . Dmitrij Leltschuk / Vai alla galleria fotograficaGasdotto
Gasdotto  - Sputnik Italia, 1920, 17.10.2021
Seguici su
Il gasdotto Nord Stream 2 è pronto al lancio, si attende solo il permesso dalle autorità tedesche, ha affermato l'ambasciatore della Russia in Gran Bretagna, Andrey Kelin.
"Il fatto sta che il gasdotto Nord Stream 2 esiste, è completato e pronto per l'utilizzo. Noi stiamo aspettando una decisione definitiva della Germania. Appena succede ciò, il gas sarà fornito mediante questo gasdotto", ha detto il diplomatico.
Rispondendo alla domanda se la Russia continuerà ad aumentare le forniture di gas all'Europa occidentale se la Germania non rilascerà il più presto possibile l'autorizzazione pertinente per avviare il progetto, Kelin ha ricordato che quest'anno l'aumento delle forniture di gas russo attraverso il sistema di trasporto del gas ucraino rispetto agli obblighi di transito contrattuali ammonta al 10%.

"Da quello che abbiamo capito, non possiamo farne di più, perché le attrezzature di questa condotta non sono mai state modernizzate e ristrutturate, quindi è semplicemente pericoloso usarla", ha detto l'ambasciatore in un'intervista alla BBC.

Kelin ha sottolineato che le affermazioni di politici occidentali, secondo cui la Russia usa Nord Stream 2 come un mezzo per esercitare pressioni, sono assurde.
Allo stesso tempo, il vice premier russo Aleksandr Novak ha affermato oggi che il lancio di Nord Stream 2 sarebbe in grado di stabilizzare la situazione sul mercato di gas in Europa.
"La messa in servizio di nuove infrastrutture, tra cui anche il completato Nord Stream 2, è senza dubbio uno dei fattori che potrebbero aiutare a risolvere più rapidamente questa situazione", ha detto Novak in un'intervista al canale tv Rossiya.
Lo scorso 8 ottobre il quotidiano Times ha riportato le parole del portavoce del primo ministro britannico, che ha affermato, riferendosi al parere del governo britannico, che la Russia limita deliberatamente le forniture di gas all'Europa per costringere l'Unione Europea ad approvare la costruzione del Nord Stream 2. In seguito il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov ha dichiarato a Sputnik che la Russia vende la quantità di gas all'Europa che quest'ultima acquista, e l'opinione di Londra sulla presunta intenzione della Russia di limitare le forniture di gas all'UE per approvare il Nord Stream 2 è populismo.
Nella scorsa settimana il vice premier russo Aleksandr Novak ha dichiarato che Nord Stream 2 è completato, proseguono i lavori di messa in servizio e i tubi vengono riempiti con una quantità del gas in conformità con gli standard tecnologici.
Il gasdotto Nord Stream 2 si estende dalle coste russe attraverso il Mar Baltico fino alla Germania ed è costituito da due linee con una capacità totale di 55 miliardi di metri cubi di gas all'anno. La sua costruzione è stata completata lo scorso 10 settembre. Attualmente è in corso l'iter di certificazione del gestore del gasdotto Nord Stream 2 AG. Si svolgerà in due fasi: prima il regolatore tedesco elaborerà una bozza di decisione, poi la Commissione Europea rilascerà una valutazione riguardo il documento. L'iter completo, secondo i requisiti legali, potrebbe richiedere diversi mesi.
La costruzione di Nord Stream-2 - Sputnik Italia, 1920, 15.09.2021
Nord Stream 2 quanto manca al lancio, Lavrov: "L'iter tedesco non è veloce, si parla di inizio 2022"
Secondo quanto affermato da Novak, la Russia finirà di pompare gas nei suoi depositi sotterranei entro la fine di ottobre, ma tutto dipende dalle temperature. Il vicepresidente del consiglio di amministrazione di Gazprom, Vitaly Markelov, aveva affermato precedentemente che la società continua a pompare gas negli impianti di stoccaggio russi e prevede di completarlo entro il primo novembre, aggiungendo che i lavori stanno proseguendo secondo il programma.
Lo scorso 13 ottobre, l'Europa ha iniziato a prelevare attivamente gas dai suoi impianti di stoccaggio. All'inizio della stagione, i magazzini erano pieni per poco più del 78%, ovvero il 14% in meno rispetto alla media degli ultimi 5 anni.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала