Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tensione sul Reddito di cittadinanza, ma il Cdm approva il decreto fiscale: ecco le novità

© Filippo AttiliPrimo Consiglio dei ministri del Governo Draghi
Primo Consiglio dei ministri del Governo Draghi - Sputnik Italia, 1920, 16.10.2021
Seguici su
Dai 150 giorni per pagare le cartelle esattoriali alla quarantena Covid, che torna a essere pagata come la malattia, dai 100 milioni di ecobonus per le auto green alla nuova rottamazione e al rinnovo della Cig, ma selettiva.
È lo stanziamento di 200 milioni di euro per pagare le maggiori richieste di Reddito di cittadinanza fino a dicembre 2021 che fa scoppiare la polemica in Consiglio dei ministri sul decreto Fiscale collegato alla manovra.
Da una parte Lega, Italia viva e Forza Italia che protestano, dall’altra Pd e Leu che difendono il Reddito. Ma, dopo l’intervento del premier Mario Draghi, che rimanda la discussione in Parlamento, la situazione in parte rientra e il decreto viene approvato con molte novità.
Si va dal prolungamento delle scadenze per pagare le cartelle esattoriali alle 13 settimane aggiuntive di cassa integrazione Covid, da 1,3 miliardi di euro per Rfi fino al congedo parentale al 50% per i genitori con figli in Dad che non possono lavorare a distanza. Di seguito le principali novità.

Più tempo per pagare le sanzioni

Si passa da 60 a 150 giorni per il pagamento delle cartelle esattoriali notificate dal 1° settembre. Una norma chiesta dalla risoluzione approvata da Camera e Senato.
Inoltre, il decreto stabilisce il differimento dei versamenti arretrati del saldo e stralcio della rottamazione: ci si potrà mettere in regola il 30 novembre.
Inoltre passano da 10 a 18 le rate non saldate che determinano la decadenza della rottamazione.

Quarantena e Dad

La quarantena per i lavoratori che vengono in contatto con casi Covid e sono obbligati all’isolamento, ma non possono lavorare da remoto torna ad essere equiparata alla malattia e quindi pagata.
Inoltre, viene introdotto il congedo parentale al 50% per i genitori che hanno figli in Dad sotto i 14 anni o in quarantena e non possono approfittare del lavoro agile.

Prolungamento della Cig, ma non per tutti

La cassa integrazione Covid senza contributo addizionale sarà a disposizione delle aziende che l’hanno esaurita a ottobre per 13 ulteriori settimane, fino a dicembre.

I settori che ne potranno usufruire saranno le piccole imprese del terziario, il commercio, gli artigiani, la grande distribuzione, ma anche i giornalisti, da utilizzare dal 1° ottobre al 31 dicembre.

Per tessili, abbigliamento e calzature, invece, la proroga della Cassa Covid è di nove settimane.

L’ecobonus da 100 milioni

Il ministero dello Sviluppo economico ha incassato dal decreto 100 milioni per l’ecobonus auto per l’acquisto di veicoli a basse emissioni.
In realtà, il Mise aveva chiesto tre volte tanto. Si tratta del rifinanziamento del Fondo automotive del 2021. In particolare, 65 milioni incentiveranno l’acquisto, anche in leasing, di veicoli con emissioni tra 0 e 60 grammi di CO2 per km, in pratica elettrici e ibridi plug-in.

Per Rfi 1,3 miliardi per le infrastrutture

Il decreto prevede per Rfi un incremento di fondi nel 2021 di 1,3 miliardi per accelerare la realizzazione delle opere infrastrutturali.
I progetti interessati rientrano nel Pnrr, anche l’alta velocità Napoli-Bari e Palermo-Catania.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала