Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Palma, avviati gli scavi per salvare le case sepolte sotto la cenere dal Cumbre Vieja

© REUTERS / Borja SuarezЛава достигает дома после извержения вулкана в национальном парке Кумбре Вьеха, в жилом районе на канарском острове Ла-Пальма
Лава достигает дома после извержения вулкана в национальном парке Кумбре Вьеха, в жилом районе на канарском острове Ла-Пальма - Sputnik Italia, 1920, 15.10.2021
Seguici su
A La Palma il Cumbre Vieja fa tremare la terra come farebbe qualsiasi vulcano, ma ieri si è registrata la scossa più forte (magnitudo 4,5) da quando, 26 giorni fa, il vulcano delle Canarie ha ripreso a sputare lava e cenere dopo circa 70 anni di inattività.
Gli edifici coperti dalla lava o parzialmente distrutti sono ormai 1.600, e 7 mila sono le persone sfollate di cui 300 solo nella giornata di giovedì (su di una popolazione di 87 mila).
Per il presidente delle Isole Canarie, Angel Victor Torres, “questa è sicuramente la più grave eruzione in Europa degli ultimi 100 anni”, anche se è doveroso aggiungere che le Isole Canarie geograficamente appartengono all’Africa e solo politicamente alla Spagna.
Per ora nessuno si è fatto male, ma il flusso di magma ha creato tre fiumi di lava che si sono estesi per 1,8 chilometri.
La lava raffreddatasi ricopre circa 674 ettari di territorio, mentre altra lava è finita in mare e di fatto ha ampliato la superficie dell’isola e potrebbe continuare a farlo, almeno fino a quando l’eruzione non si arresterà del tutto.

La cenere ha sepolto le case

Se da un lato c’è chi ha perso la casa per sempre perché ingoiata dalla lava, altri hanno visto la loro casa essere seppellita da quintali di cenere e lapilli eiettati dal Cumbre Vieja.
Pur nella drammaticità evidente della situazione, per quanti hanno la casa sepolta sotto la cenere ora si tratta di provare a disseppellirla nella speranza che il carico aggiuntivo non abbia creato danni strutturali.
Anche se forse andrà fatta una riflessione sulla opportunità di restare su di una isola che deve la sua totale esistenza al vulcano che, nel corso dei millenni l’ha creata dal nulla e che così proseguirà nel fare presumibilmente anche in futuro.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала