Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Banca d’Inghilterra, Cunliffe: nelle criptovalute un rischio simile ai mutui subprime nel 2008

Le criptovalute - Sputnik Italia, 1920, 15.10.2021
Seguici su
Il vice governatore per la stabilità finanziaria della Banca d’Inghilterra, Jon Cunliffe, ha riferito alla Cnbc che vede un rischio nella capitalizzazione di mercato delle criptovalute, passata dai 16 miliardi di 5 anni fa agli attuali 2,3 trilioni di dollari.
E ha fatto un confronto con il valore dei mutui subprime tra il 2007 e il 2008, che arrivarono a valere 1,2 trilioni di dollari prima di sgonfiarsi drammaticamente con l’epilogo a tutti ben noto, che portò la banca statunitense Lehman Brothers a fallire dopo oltre 160 anni di storia.
“Quando qualcosa nel sistema finanziario cresce molto velocemente, e cresce in uno spazio largamente non regolamentato, le autorità di stabilità finanziaria devono sedersi e prendere provvedimenti”, ha affermato Cunliffe alla Cnbc.
Ovviamente, Cunliffe ha anche affermato che i regolatori e i governi non devono entrare a gamba tesa, per non creare reazioni spropositate e pericolose.
Inoltre, egli crede che non si possano dichiarare come "pericolose” le criptovalute solo perché diverse da asset finanziari; dal suo punto di vista, la nuova tecnologia alla base di questo comparto offre una prospettiva di “miglioramenti radicali” nell’ambito dei servizi finanziari.

Rischi limitati per l’economia globale

Secondo Cunliffe, le criptovalute per ora pongono una criticità limitata alla stabilità del sistema finanziario ed economico.
Però lui crede che le criptovalute “non hanno un valore intrinseco e sono vulnerabili a grandi correzioni di prezzo”.
Ha fatto notare, ad esempio, che ad inizio anno le criptovalute hanno raggiunto in gran parte un nuovo picco storico di prezzo, per poi correggere di circa il 30%.
Ma è anche vero, va aggiunto, che da fine luglio le criptovalute stanno risalendo la china e il prezzo del bitcoin (la principale delle criptovalute), ad esempio, quest’oggi vale poco più di 59 mila dollari, segnando un recupero dai 29 mila dollari toccati a fine luglio.

Gli attori tradizionali nel settore delle criptovalute

Inoltre, Cunliffe ammette che anche attori del settore finanziario tradizionale, come le banche, stanno introducendo veicoli di investimento e strumenti finanziari che permettono di esporsi alle criptovalute.
“Il mondo delle criptovalute sta iniziando a connettersi al sistema finanziario tradizionale e stiamo assistendo all'emergere di giocatori che fanno leva. E, soprattutto, questo sta accadendo in uno spazio ampiamente non regolamentato", ha affermato ancora Cunliffe.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала