Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dollaro, sanzioni, criptovalute e elezioni: Putin a tutto tondo intervistato dalla CNBC

© Sputnik . Grigory SysoevIl presidente russo Vladimir Putin al Forum Economico Orientale
Il presidente russo Vladimir Putin al Forum Economico Orientale - Sputnik Italia, 1920, 14.10.2021
Seguici su
Durante un’intervista a margine del suo intervento di ieri alla sessione plenaria del forum Russian Energy Week di Mosca, il Presidente russo ha concesso un’intervista esclusiva alla giornalista Headley Gamble della CNBC. La discussione ha toccato un’ampia varietà di argomenti, che vanno dalla politica, all’energia e all’economia.
Il presidente russo, in precedenza, sempre parlando con i giornalisti, aveva spiegato che il suo governo non sta affatto usando l'energia come arma contro l'Europa, in mezzo alla crescente crisi, sottolineando che la Russia è, al contrario, pronta ad aiutare la regione prima degli incombenti mesi invernali.
Intervistato poi ieri, a margine della Russia Energy Week, che si tiene a Mosca quest’anno dal 13 al 15 ottobre, Putin ha risposto alle varie domande della giornalista Headley Gamble.

Dollaro e Sanzioni

Alla domanda se il dollaro USA si stia allontanando dall'essere la valuta di riserva mondiale, il presidente russo ha commentato che gli Stati Uniti stanno effettivamente "minando la loro stessa posizione", continuando a utilizzare il dollaro come strumento di sanzioni all'estero.

"Stanno minando la propria posizione di valuta di riserva mondiale", ha detto Putin alla Gamble. "Il volume delle riserve in dollari si sta riducendo e anche il volume delle riserve personali dei paesi del mondo in dollari si sta riducendo".

Putin sostiene che gli Stati Uniti, quando usano il dollaro USA come strumento di sanzioni, commettono "un errore molto grande", che lentamente, ma sicuramente, costringerà le entità nazionali ad allontanarsi da tale valuta.
Il congresso degli USA - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2021
USA, approvato l'aumento del tetto del debito a 480 miliardi
"Quando altri Paesi, che usano il dollaro come valuta di riserva o come strumento di calcolo, vedono cosa sta succedendo, hanno essi stessi l'ansia che il dollaro possa essere utilizzato nei loro confronti allo stesso modo. E anche loro iniziano a ridurre le proprie riserve in dollari e ad usarne meno come unità di conto. Il risultato è che anche i più stretti partner e alleati degli Stati Uniti, nelle loro riserve, stanno riducendo la quota del dollaro, questo è un dato statistico", ha spiegato, riferendosi allo strumento delle sanzioni.

AUKUS: “Bello essere amici, brutto essere amici contro qualcuno”

Riguardo all'annuncio di metà settembre che Stati Uniti, Regno Unito e Australia si sarebbero impegnati in una nuova collaborazione di difesa trilaterale, Putin ha osservato che simili accordi rischiano di creare più instabilità che sicurezza.
"La creazione di blocchi, compreso quello citato tra Stati Uniti, Regno Unito e Australia, sta indubbiamente minando la stabilità regionale, perché, dal mio punto di vista, è bello essere amici tra sé, ma essere amici contro qualcuno è male", ha detto.
"Questo sta minando la stabilità di cui tutti parliamo e di cui ci preoccupiamo", ha aggiunto Putin.

Le prossime elezioni presidenziali

Affrontando brevemente il tema del mandato presidenziale russo, Putin ha spiegato che la sua attenzione al momento non è tanto concentrata sulla continuazione della presidenza in sé, ma sulla stabilità e il mantenimento di un clima sereno prima delle elezioni.
"Preferisco evitare di rispondere a queste domande, questa è la mia posizione tradizionale", ha detto alla Gamble. "C'è abbastanza tempo prima delle prossime elezioni. Le speculazioni su questo tema stanno destabilizzando la situazione. La situazione deve essere calma, stabile, in modo che tutti gli organi statali lavorino con fiducia e guardino al futuro, con calma. Sì, la costituzione mi permette di farlo, candidarmi per la prossima legislatura, ma non sono state ancora prese decisioni in merito".

Criptovalute: “Troppo instabili e troppo presto per parlarne”

Alla domanda sulla possibilità di vedere la criptovaluta utilizzata nel prossimo futuro per pagare le risorse energetiche, il presidente russo ha spiegato che è ancora troppo presto per dire se la valuta digitale sarà abbastanza forte da essere una forma di pagamento valida.
"È troppo presto per parlarne, perché la criptovaluta, ovviamente, può essere uno strumento di pagamento, ma è molto instabile", ha detto alla giornalista.
"Per trasferire fondi da un luogo all'altro, sì, ma usarla per commerciare, soprattutto per scambiare risorse energetiche, a mio avviso, è ancora prematuro".

Navalniy? "Ha infranto la legge, adesso è un detenuto come gli altri"

Riguardo al caso di Alexey Navalniy, e alla possibilità di migliorare le sue condizioni, Putin è stato perentorio, rispondendo alla domanda della giornalista, che lavora con base ad Abu Dhabi:
"Il cittadino che ha citato è in prigione. Non sono le condizioni migliori, ma non è l'unico. Oltre a lui, ci sono anche altre persone che hanno violato le leggi russe e non metteremo nessuno in condizioni di esclusiva, compresi quelli che si nascondono dietro attività politiche".
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала