Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Dai No-Pass agli antifascisti: Roma blindata per le manifestazioni del fine settimana

© Sputnik . Eliseo BertolasiMilano, manifestazione contro il Green Pass
Milano, manifestazione contro il Green Pass - Sputnik Italia, 1920, 14.10.2021
Seguici su
È attesa per venerdì nella Capitale una nuova manifestazione contro il green pass, mentre per sabato è in programma la manifestazione antifascista, indetta dalla Cgil, per protestare contro le violenze di sabato scorso.
Inizierà con un venerdì che si preannuncia 'nero' il fine settimana di manifestazioni che si terranno in tutta Italia per protestare contro il green pass e contro l’attacco alla sede della Cgil di sabato scorso.

Ad annunciare scioperi e blocchi sono stati gli operatori portuali e gli autotrasportatori, mentre i 'no-pass' si sono dati appuntamento proprio nel centro di Roma per manifestare contro l’obbligo del certificato verde.

L’appuntamento era in piazza Santi Apostoli, ma, dopo i disordini della scorsa settimana, il Viminale deciderà probabilmente di non concedere un punto d'incontro a poche centinaia di metri da Palazzo Chigi e dal Quirinale.
La Capitale è sorvegliata speciale. Le sedi istituzionali saranno presidiate da decine di agenti. La linea emersa dalla riunione di mercoledì del comitato nazionale per l’ordine e la sicurezza, come riporta Fiorenza Sarzanini sul Corriere della Sera, è quella di “intensificare le attività di prevenzione delle possibili cause di turbativa, con il rafforzamento dei dispositivi di osservazione e di vigilanza del territorio e degli obiettivi sensibili, nonché dei servizi di monitoraggio dei siti web e dei social network, anche per garantire a tutti la libertà di manifestare pacificamente e nel rispetto delle regole”.
La sede della Cgil a Roma dopo l'assalto dei no green pass - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2021
No green pass denunciati a Roma altri 24, di cui 15 hanno partecipato all’assalto alla sede Cgil
Sono sotto gli occhi di tutti, infatti, le leggerezze nella gestione della sicurezza dello scorso fine settimana. Nella stessa riunione con il ministro Luciana Lamorgese e i vertici delle forze dell’ordine e dell’intelligence è stato sottolineato come non ci fossero informazioni realistiche sull’entità della protesta di piazza del Popolo.

Secondo il Corriere, le forze di sicurezza attendevano non più di 3mila persone. In piazza ne sono arrivate almeno il quadruplo. A far discutere è anche la mancanza di una protezione adeguata della sede della Cgil, nonostante Giuliano Castellino avesse annunciato dal palco a più riprese che di lì a poco il palazzo sarebbe stato occupato.

L’attenzione è massima anche per la manifestazione organizzata sabato dal centrosinistra. Il rischio è che anche qui possano infiltrarsi frange violente. Per questo, a piazza San Giovanni e nelle altre piazze interessate dai comizi elettorali dei candidati al ballottaggio per la corsa al Campidoglio saranno schierati circa 3mila agenti di polizia, coadiuvati dai militari dell’operazione 'strade sicure'.
Scenderà in campo l’esercito anche i prossimi 30 e 31 ottobre, quando Roma ospiterà il G20. La Capitale sarà militarizzata, con l’arrivo di 500 unità di personale che si aggiungeranno al contingente già schierato a guardia dei luoghi sensibili e un sistema anti-drone delle forze armate che presidierà lo spazio aereo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала