Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Alitalia chiude, per il marchio Ita ha offerto solo 90 milioni di euro

© Foto : instagram: jfkjetsofficialAereo alitalia
Aereo alitalia - Sputnik Italia, 1920, 14.10.2021
Seguici su
I commissari della fallita compagnia aerea di bandiera Alitalia avevano chiesto a Ita, la nuova compagnia di bandiera, di comprare il marchio e i domini dei siti web per il valore commerciale di 290 milioni di euro.
Il presidente esecutivo di Ita, Alfredo Altavilla, non è andato oltre i 90 milioni di euro al termine di una trattativa dura, come riporta Il Sole 24 Ore. Tuttavia, Alitalia non può fare altrimenti, dal momento che la gara di cessione del marchio è andata deserta.
E mentre giovedì 14 ottobre 2021 segna la data degli ultimi voli di Alitalia, che chiude la sua storia dopo 75 anni, domani dovrebbe essere ufficializzato l’acquisto del marchio da parte di Ita. La società erediterà nella livrea il logo, ma non potrà usare il nome Alitalia per espresso divieto dell’Unione Europea.

La cessione dell’aviazione di Alitalia

Sul tavolo delle trattative vi è anche la cessione del ramo aviazione di Alitalia, con 52 aerei airbus e gli slot aeroportuali, che si inserisce pienamente negli accordi stipulati tra il governo italiano e l’Unione Europea.
Al termine della cessione, sarà il ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, ad apporre la firma autorizzativa per suggellare il passaggio.

Esuberi, scioperi sospesi, pagamento stipendi

I sindacati hanno sospeso lo sciopero, dopo avere avuto la rassicurazione che i dipendenti di Alitalia riceveranno l’altra metà dello stipendio rimasto in sospeso.
I dipendenti della disciolta Alitalia dovrebbero incassare il resto del salario nella giornata di oggi, secondo quanto riportato da Linkiesta.
Sul pagamento degli stipendi, i commissari avevano subordinato l’erogazione alla conclusione della trattativa con Ita per la cessione del marchio: nelle casse di Alitalia è rimasto ben poco.
Resta, tuttavia, il nodo dei 7 mila esuberi di Alitalia, il personale che non transiterà nella nuova Ita. La nascente società del trasporto aereo farà volare i suoi primi aerei venerdì 15 ottobre all’alba, con “a bordo” 2.800 dipendenti.
Ita deve partire leggera se non vuol atterrare presto, in un contesto di mercato in fase di ripresa, dopo le chiusure imposte dalla pandemia.

I primi voli

Alle ore 6:20 di venerdì 15 ottobre partirà da Milano il Linate – Bari e alle ore 6:30 da Roma partirà il Fiumicino – Linate.
Il codice identificativo dei voli, AZ, non cambierà, così come resteranno identiche le uniformi del personale. Anche il logo, come detto, sarà lo stesso.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала