Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Tifone Kompasu in direzione ovest: dopo devastazione nelle Filippine, Vietnam evacua 250.000 persone

© AP Photo / John Michael MagdasocFilippine tifone Vamco
Filippine tifone Vamco - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2021
Seguici su
Il tifone Kompasu, dopo il devastante passaggio nelle Filippine, che è costato la vita a 11 persone, mentre altre 7 risultano ancora disperse, si sta facendo strada nel Mar Cinese Meridionale, dove si presume acquisterà nuova energia. Vietnam e Cina meridionale si stanno preparando all’impatto della seconda tempesta nella regione in due settimane.
Secondo le previsioni, Kompasu approderà sulla grande isola cinese di Hainan oggi, per attraversarla completamente. Durante il percorso scaricherà e perderà buona parte della sua energia, ma poi, nel Mar Cinese Meridionale, ne riacquisterà in abbondanza, prevedono i meteorologi, tornando ad essere un grave pericolo nel proseguo del suo percorso, che dovrebbe riguardare la Cina meridionale, con le importanti città di Hong Kong, Macao, Guangdong e lo strategico porto Yantian di Shenzhen, nonché tutta la costa del Vietnam.
Dopo aver scaricato energia su Hainan oggi, domani sera sarà già sulle province vietnamite di Thanh Hóa e Nghệ An, ma non prima di essersi ricaricato ripassando sul Mar Cinese Meridionale, quest’anno particolarmente prolifico di tempeste tropicali.
Kompasu si era formato in origine vicino a Palau la scorsa settimana, per poi fondersi con un'altra tempesta e acquistare potenza. Successivamente, ha attraversato le Filippine settentrionali, dove per causa sua sono morte almeno 11 persone, indebolendosi a terra, ma poi riacquistando energia non appena arrivato nel Mar Cinese Meridionale.

Attualmente, il tifone ha venti di picco di 120 chilometri all'ora, che lo rendono equivalente in forza a un debole uragano di categoria 1 sulla scala Saffir-Simpson, utilizzato per le tempeste atlantiche. Tuttavia, si prevede che si rafforzi passando sulle acque calde.

Nguyen Van Huong, capo del Centro nazionale per le previsioni idro-meteorologiche del Vietnam, ha detto a VN Express che c'era una "zona di convergenza intertropicale", o stasi, che si era stabilita in tutta la regione.
"Una tale zona è la culla della formazione delle tempeste. Inoltre, ottobre è normalmente il momento in cui si formano la maggior parte delle tempeste nel Mare orientale", ha spiegato Huong.
Si prevede che Kompasu si rafforzi di nuovo prima di colpire Hainan, ma colpirà il Vietnam come una tempesta più debole, con venti di circa 75 chilometri all'ora.
Tuttavia, la nazione indocinese si sta mostrando particolarmente prudente ed ha vietato viaggi per mare in un'ampia fascia del paese e ha ordinato l'evacuazione di 250.000 persone. Le autorità hanno anche ordinato a 54.000 navi con 230.000 membri dell'equipaggio di cercare rifugio, secondo Pham Duc Luan, vice capo del Comitato direttivo nazionale per la prevenzione e il controllo dei disastri naturali del Vietnam.
Anche Hong Kong, Macao e Guangdong sono in grande allerta, dopo le polemiche seguite al tifone Lionrock, che sarebbe stato sottovalutato e al quale la risposta delle autorità sarebbe stata giudicata insufficiente.
"Lo sviluppo e i percorsi di Lionrock e Kompasu sono completamente diversi, rendendo l'incertezza nella previsione diversa", ha detto Lee Tsz-Cheung, responsabile scientifico capo presso l'Osservatorio di Hong Kong, al South China Morning Post (SCMP), un quotidiano di Hong Kong. “Ma ovviamente, dopo aver appreso dall'esperienza Lionrock, abbiamo fatto del nostro meglio per rendere più chiari i nostri annunci. Abbiamo anche aumentato la nostra forza lavoro”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала