Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Sputnik Light, il vaccino monodose russo ha mostrato un’efficacia del 70% contro la variante Delta

Sputnik Light - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2021
Seguici su
Il Fondo Russo per gli Investimenti Diretti (RDIF), fondo sovrano che ha finanziato la ricerca, e il Centro Nazionale Gamaleya per la Ricerca Epidemiologica e Microbiologica hanno annunciato oggi i risultati di un'analisi di efficacia del vaccino monodose Sputnik Light contro l'infezione da variante Delta del coronavirus.
Il Centro Gamaleya ha inviato un articolo al server di prestampa medRxiv, nel quale viene analizzata in dettaglio l'efficacia del vaccino Sputnik Light contro la variante Delta. I risultati dei dati empirici raccolti nel luglio 2021 a Mosca, a tre mesi dalla somministrazione del vaccino monodose a 28mila volontari, confrontati con un gruppo di controllo di 5,6 milioni di individui non vaccinati, sono valutati molto positivamente dal Fondo sovrano RDIF e dal Centro Gamaleya, che hanno oggi anticipato i risultati dello studio che verrà pubblicato sulla medRxiv in settimana.
L'articolo afferma che il vaccino Sputnik Light, somministrato da solo, ha dimostrato un'efficacia del 70% contro l'infezione dalla variante Delta del coronavirus, durante i primi tre mesi dopo la vaccinazione. Tra i soggetti di età inferiore ai 60 anni l’efficacia sale al 75%.
Lo Sputnik Light risulta avere anche un'efficacia molto più elevata contro decorsi gravi e ricoveri ospedalieri nei casi in cui il soggetto vaccinato si ammali.
Il vaccino russo contro COVID-19 Sputnik V - Sputnik Italia, 1920, 12.08.2021
Efficacia del vaccino Pfizer contro variante Delta crolla al 50%, il russo Sputnik offre soluzione

Praticità

La dose singola dello Sputnik Light e la non necessità di impianti di refrigerazione sofisticati per la conservazione permettono a questo preparato di essere facilmente distribuibile anche a paesi meno ricchi con difficoltà di approvvigionamento.

Efficacia come dose di richiamo

L’efficacia dello Sputnik Light come richiamo contro la variante Delta per coloro che sono già stati vaccinati con altri vaccini è vicina all'efficacia contro la variante Delta del vaccino Sputnik V a doppio inoculo: oltre l'83% contro l'infezione in sé e oltre il 94% contro i decorsi gravi che richiedono ricovero.

Diffusione

Lo Sputnik Light si basa sul sierotipo 26 dell'adenovirus umano, lo stesso utilizzato per il primo componente del vaccino bidose Sputnik V, il primo vaccino registrato al mondo contro il coronavirus. Sputnik Light è stato autorizzato in più di 15 paesi e in altri 30 il processo di registrazione è in corso. Sputnik Light sarà prodotto dai partner internazionali di RDIF in più di 10 paesi (India, Cina, Corea del Sud, Vietnam, Messico, Argentina, Serbia, Turchia, ecc.). Ciò include il Serum Institute of India, il più grande produttore di vaccini al mondo.

Studi di combinazione con altri vaccini

Grazie alla sua sicurezza ed efficacia, l’inoculo singolo Sputnik Light è ora utilizzato sia su base autonoma che studiato in combinazione con vaccini di altri produttori in più paesi.
L’RDIF ha avviato partnership con altri produttori di vaccini per condurre studi congiunti sulla combinazione del primo componente di Sputnik V con altri vaccini.
Denis Logunov, vicedirettore del Centro Gamaleya, ha commentato:
“La variante Delta del coronavirus è uno dei ceppi più comuni e pericolosi. L'analisi dei dati presentata nell'articolo del Centro Gamaleya dimostra che Sputnik Light rimane altamente efficace mesi dopo la vaccinazione. I risultati ottenuti durante lo studio superano significativamente quelli di alcuni altri vaccini, come precedentemente pubblicato sui media scientifici. Il regime monodose lo rende per altro una soluzione forte per i paesi con bassi tassi di vaccinazione. Sputnik Light può anche essere usato con successo per mantenere l'immunità di gregge esistente come colpo di richiamo”.
Nello stesso tempo, il vaccino bidose Sputnik V, elaborato dallo stesso centro Gamaleya, ha dimostrato un'efficacia superiore rispetto ad alcuni altri vaccini, che hanno rilevato un notevole calo dell'efficacia contro la variante Delta. L'efficacia del vaccino bidose Pfizer/BioNTech è scesa fino a meno del 50% a cinque mesi dopo il completamento del ciclo vaccinale, come dimostrato dal caso del focolaio di Cape Cod, dove il 74% di coloro che hanno contratto la malattia erano vaccinati con lo Pfizer/BioNTech.
© SputnikNuovi casi giornalieri di Covid-19 in Argentina
Nuovi casi giornalieri di Covid-19 in Argentina - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2021
Nuovi casi giornalieri di Covid-19 in Argentina
Paesi come l'Argentina, per altro, che hanno già approvato e iniziato a inoculare lo Sputnik, hanno visto scendere la curva contagi. Al contempo, Israele, la cui popolazione è quasi completamente vaccinata con lo Pfizer, ha poco fa osservato una nuova impennata di casi dovuti alla variante Delta.
© SputnikNuovi casi giornalieri di Covid-19
Nuovi casi giornalieri di Covid-19 - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2021
Nuovi casi giornalieri di Covid-19
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала