Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il no a Gualtieri e la 'fronda' anti-Conte: così la Raggi divide il M5S

© Foto : Agenzia Nova / Marco MinnaVirginia Raggi, sindaco di Roma Capitale
Virginia Raggi, sindaco di Roma Capitale - Sputnik Italia, 1920, 13.10.2021
Seguici su
L'ex sindaca di Roma in cerca di un ruolo di primo piano nel partito, porta avanti una linea alternativa a quella dei vertici sull'intesa con il Pd e fa discutere la riunione con gli eletti per fare il punto sulle amministrative, convocata negli uffici romani del movimento.
Dopo la sconfitta nella Capitale alle ultime amministrative, con la sindaca uscente Virginia Raggi arrivata quarta dopo il leader di Azione, Carlo Calenda, il Movimento 5 Stelle si divide sul ballottaggio per la corsa al Campidoglio.
Il leader Giuseppe Conte e alcuni esponenti locali, come la consigliera Roberta Lombardi, già da giorni incensano il candidato del centrosinistra Roberto Gualtieri con endorsement più o meno velati.
La Raggi, invece, che ha incontrato nei giorni scorsi sia l’ex ministro dell’Economia del Conte Bis, sia il candidato della destra, Enrico Michetti, va avanti sulla linea dell’intransigenza, pur sconfessata, di fatto, dai vertici del suo partito, che già sognano di riproporre lo schema di alleanze portato avanti a livello nazionale anche nella Capitale, nel caso di una vittoria dello sfidante di centrosinistra.
Carlo Calenda - Sputnik Italia, 1920, 07.10.2021
Roma, parte la caccia ai voti di Raggi e Calenda. E il leader di Azione annuncia: "Voterò Gualtieri"
“Farò un'opposizione assolutamente coerente con quello che è stato il mio programma di governo in questi cinque anni, senza sconti e collaborando, invece, dove ci sono delle possibilità di apertura, in maniera molto onesta, sincera e trasparente, com'è giusto che sia", promette invece l’ex sindaca.

Secondo un’analisi dell’Agi, però, la Raggi vorrebbe andare oltre il suo ruolo di consigliera comunale e ritagliarsi un ruolo di peso all’interno del Movimento, forte dell’esperienza quinquennale al governo della Capitale.

Dopo l’elezione nel comitato di garanzia dei pentastellati, l’obiettivo, si vocifera, sarebbe quello di creare una nuova corrente che vada oltre l’intesa col Pd su cui punta il leader Giuseppe Conte, raccogliendo le istanze della società civile.
Giuseppe Conte - Sputnik Italia, 1920, 07.10.2021
Elezioni, Conte: "Dialogo con il PD, ma le forzature sono controproducenti" - Video
Insomma, secondo un'analisi pubblicata su Repubblica l'obiettivo sarebbe quello di colmare il vuoto lasciato da Alessandro Di Battista.
Per questo ha fatto discutere la riunione convocata martedì pomeriggio nella sede romana del Movimento in via di Campo Marzio. L’obiettivo dichiarato è quello di fare il punto con gli eletti sul voto del 3 e 4 ottobre e discutere la strategia in vista del ballottaggio.
Ma qualche parlamentare 'contiano', come quelli sentiti dall’Adnkronos, ci vede un tentativo malcelato di contestare la linea filo-Dem dei vertici, che propende per il sostegno a Gualtieri.
Per molti, insomma, la chiamata a raccolta della Raggi sarebbe un passo verso la creazione di una nuova corrente interna.
Ma per ora a rispondere all’appello sono stati in pochi, eccetto i fedelissimi della ex sindaca, come la senatrice Giulia Lupo, sulla stessa linea della Raggi sul sostegno a Gualtieri.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала