Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Università di Bologna, studentessa entra in aula senza green pass, urla e minacce: lezione sospesa

© Sputnik . Eliseo BertolasiMilano manifestazione contro il Green Pass
Milano manifestazione contro il Green Pass - Sputnik Italia, 1920, 12.10.2021
Seguici su
Silvia, 20 anni, è una studentessa di Filosofia dell’Alma Mater di Bologna, lei considera il green pass “l’infame tessera verde” e per questo si è presentata in aula senza il green pass che per accedere in Università è obbligatorio.
Lei si è rifiutata di uscire e la lezione è stata annullata a causa sua. Lo ha raccontato lei stessa sabato scorso a Bologna durante una manifestazione di no vax e no green pass.
Ha detto di avere ricevuto insulti e minacce perché aveva costretto molti studenti a tornare a casa dopo levatacce e ore di mezzi di trasporto.
L’Università di Bologna garantisce a chi non ha il green pass o non vuole dotarsene per motivi ideologici, di seguire le lezioni da casa attraverso la didattica universitaria a distanza.
Silvia considera il green pass “uno strumento di controllo e discriminazione” e per questo ad ogni lezione lei si presenta, ma viene respinta e accusa l’Università di pagare “una generosa ed esagerata somma di tasse annuali” sborsate dalla sua famiglia.
La studentessa riferisce anche di un drappello di studenti che all’esterno dell’Università le hanno detto che se non fosse stata una donna le avrebbe prese, “insomma sarei stata menata”, ha riferito lei durante il comizio in piazza.
La notizia è rimbalzata quest’oggi su tutte le testate giornalistiche italiane, ed è stato pubblicato anche un video in cui lei racconta appunto la sua vicenda ai partecipanti alla manifestazione no green pass.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала