Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Renzi punta alla Russia e entra nel Cda di Delimobil. Iv: tutto regolare

© Foto : Evgeny UtkinMatteo Renzi
Matteo Renzi - Sputnik Italia, 1920, 11.10.2021
Seguici su
Il leader di Iv è entrato nel Consiglio di amministrazione di una delle società di car sharing più diffuse in Russia, che fa capo all'imprenditore napoletano Vincenzo Trani.
Matteo Renzi ha un nuovo impegno lavorativo dopo le consulenze in Arabia Saudita. Da agosto il leader di Italia viva fa parte del Cda di Delimobil, una delle più importanti società di car sharing in Russia. Lo rende noto l'ufficio stampa di Iv, che precisa: "Sfida avvincente, tutto regolare".
La società fa capo all'imprenditore napoletano Vincenzo Trani, che ne è socio di riferimento. Ha sede in Lussemburgo e si sta preparando ad essere quotata a Wall Street.
"Il senatore Matteo Renzi è molto felice di collaborare all'attività della società Delimobil il cui socio di riferimento, Vincenzo Trani, è un imprenditore napoletano che Renzi stima - si legge nella nota di Italia viva - La prossima quotazione a Wall Street rappresenta una fase di internazionalizzazione importante a livello globale".
In vista della quotazione al Nyse, la società Delimobil, partecipata al 15% dalla banca statale Vtb, dichiara di essere il primo operatore in Russia, dove è presente in 11 città con una quota del 44% a Mosca.
"Il senatore Renzi, da sempre convinto dell'importanza di valorizzare le competenze degli imprenditori italiani in tutto il mondo, sarà al fianco del dottor Trani in questa sfida. Il settore della sharing economy, delle Smart cities e della mobilità sostenibile è uno dei più affascinanti per il futuro del pianeta: partecipare a questa sfida è molto avvincente. Ovviamente la presenza di Renzi nel board Delimobil rispetta tutte le regole della vigente legislazione italiana", conclude la nota.
In base alla documentazione depositata alla Sec, l'ingresso di Renzi nel Cda risale ad agosto.
Non è specificato il compenso di ogni amministratore, ma la retribuzione complessiva del board si attesterebbe ad 1 milione di euro più rimborsi spese.
Renzi ha già lavorato all'estero come consulente del Future Investment Initiative in Arabia Saudita, fondazione che fa capo a Mohammad bin Salman.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала