Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ecuador: Il parlamento apre un'indagine sul Presidente in relazione ai Pandora Papers

© AP PhotoOpposition presidential candidate of the Movement Creando Oportunidades, CREO, party, Guillermo Lasso, delivers a speech during his closing campaign rally in Guayaquil, Ecuador, Thursday, Feb. 14, 2013.
Opposition presidential candidate of the Movement Creando Oportunidades, CREO, party, Guillermo Lasso, delivers a speech during his closing campaign rally in Guayaquil, Ecuador, Thursday, Feb. 14, 2013. - Sputnik Italia, 1920, 11.10.2021
Seguici su
Il Parlamento ecuadoriano ha votato per permettere un’indagine sul Presidente Guillermo Lasso, chiamato in causa da documenti trapelati nell’ambito dello scandalo chiamato Pandora Papers.
"Il plenum dell'Assemblea nazionale ha approvato con 105 voti una bozza di risoluzione che incarica una commissione speciale permanente sui diritti costituzionali, sui diritti umani e sui diritti collettivi, di indagare sui Pandora Papers, e le relative società di comodo e paradisi fiscali. Il rapporto sarà presentato al plenum entro 30 giorni", ha dichiarato il parlamento di Quito su Twitter.
Giovedì, il legislatore ha approvato una mozione del deputato Ronny Aleaga Santos per creare una commissione per la trasparenza e analizzare la denuncia sui documenti trapelati che coinvolgerebbero il Presidente della nazione latino americana.
All'inizio di ottobre, l'International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ) aveva svelato i cosiddetti Pandora Papers, una fuga di oltre 11,9 milioni di documenti finanziari che fanno luce sulle attività offshore di oltre 300 importanti personaggi politici a livello globale, tra cui il Presidente Lasso.
Secondo il dossier, Lasso sarebbe legato a 10 società offshore e trust a Panama, South Dakota e Delaware. Due trust, il Bretten Trust e il Liberty US Trust, nel South Dakota sarebbero utilizzati dal Presidente per controllare i suoi affari panamensi. In caso di morte, pagheranno un risarcimento alla moglie e ai figli. Lo stesso presidente ha dichiarato all'ICIJ in una lettera del 27 settembre di non avere nulla a che fare con i due trust.
L'ICIJ ha affermato che altre società offshore e fondi collegati a Lasso menzionati nei Pandora Papers sarebbero stati sciolti nel 2017 prima che diventasse un candidato presidenziale. Lasso ha confermato che le società sono state "sciolte legalmente" e ha aggiunto che qualsiasi uso passato delle entità da parte sua era legale.
Le stime dell'ICIJ sul denaro detenuto offshore, cioè al di fuori del paese in cui è stato realizzato, e che potrebbe sfuggire alla tassazione nazionale, vanno dai 5,6 trilioni ai 32 trilioni di dollari, vale a dire qualcosa tra i 5mila miliardi di euro e i 27mila miliardi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала