Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

No alla Polexit: proteste in tutta la Polonia

Seguici su
Un weekend a sostegno all’Unione europea in tutta la Polonia dopo che la Corte Costituzionale del paese ha stabilito che la costituzione polacca prevale sulle leggi dell’UE.
© AFP 2021 / Wojtek Radwanski

Domenica 10 ottobre in Polonia sono state organizzate decine di manifestazioni per protestare contro la sentenza della Corte Costituzionale che ha stabilito la superiorità del diritto nazionale su quello dell’Unione Europea.

Domenica 10 ottobre in Polonia sono state organizzate decine di manifestazioni per protestare contro la sentenza della Corte Costituzionale che ha stabilito la superiorità del diritto nazionale su quello dell’Unione Europea. - Sputnik Italia
1/10

Domenica 10 ottobre in Polonia sono state organizzate decine di manifestazioni per protestare contro la sentenza della Corte Costituzionale che ha stabilito la superiorità del diritto nazionale su quello dell’Unione Europea.

© REUTERS / Kacper Pempel

A Varsavia erano presenti circa 100 mila persone, altre migliaia hanno protestato a Cracovia e a Poznan: in totale e in tutto il paese ci sono stati cento cortei.

A Varsavia erano presenti circa 100 mila persone, altre migliaia hanno protestato a Cracovia e a Poznan: in totale e in tutto il paese ci sono stati cento cortei. - Sputnik Italia
2/10

A Varsavia erano presenti circa 100 mila persone, altre migliaia hanno protestato a Cracovia e a Poznan: in totale e in tutto il paese ci sono stati cento cortei.

© AFP 2021 / Wojtek Radwanski

I sondaggi recenti confermano che oltre l'80% della popolazione è a favore dell'adesione all'Ue.

I sondaggi recenti confermano che oltre l'80% della popolazione è a favore dell'adesione all'Ue. - Sputnik Italia
3/10

I sondaggi recenti confermano che oltre l'80% della popolazione è a favore dell'adesione all'Ue.

© AFP 2021 / Wojtek Radwanski

Critici contro il governo nazionalista di destra, i manifestanti temono che la sentenza del tribunale possa portare alla "Polexit" o alla Polonia costretta a lasciare l'Ue per un apparente rifiuto delle leggi e dei valori del blocco.

Critici contro il governo nazionalista di destra, i manifestanti temono che la sentenza del tribunale possa portare alla "Polexit" o alla Polonia costretta a lasciare l'Ue per un apparente rifiuto delle leggi e dei valori del blocco. - Sputnik Italia
4/10

Critici contro il governo nazionalista di destra, i manifestanti temono che la sentenza del tribunale possa portare alla "Polexit" o alla Polonia costretta a lasciare l'Ue per un apparente rifiuto delle leggi e dei valori del blocco.

© AFP 2021 / Wojtek Radwanski

A sostenere la protesta c’erano diversi partiti e organizzazioni fra cui Piattaforma Civica, il cui leader Donald Tusk, ex presidente del Consiglio europeo, ha detto di volere una Polonia "indipendente, europea, democratica".

A sostenere la protesta c’erano diversi partiti e organizzazioni fra cui Piattaforma Civica, il cui leader Donald Tusk, ex presidente del Consiglio europeo, ha detto di volere una Polonia "indipendente, europea, democratica". - Sputnik Italia
5/10

A sostenere la protesta c’erano diversi partiti e organizzazioni fra cui Piattaforma Civica, il cui leader Donald Tusk, ex presidente del Consiglio europeo, ha detto di volere una Polonia "indipendente, europea, democratica".

© REUTERS / Kacper Pempel

Donald Tusk, il principale leader dell’opposizione in Polonia, ha affermato che le politiche del partito Diritto e Giustizia (PiS) al governo stanno mettendo a repentaglio il futuro della Polonia in Europa.

Donald Tusk, il principale leader dell’opposizione in Polonia, ha affermato che le politiche del partito Diritto e Giustizia (PiS) al governo stanno mettendo a repentaglio il futuro della Polonia in Europa. - Sputnik Italia
6/10

Donald Tusk, il principale leader dell’opposizione in Polonia, ha affermato che le politiche del partito Diritto e Giustizia (PiS) al governo stanno mettendo a repentaglio il futuro della Polonia in Europa.

© AP Photo / Czarek Sokolowski

Lui, ex premier polacco, esiliato alla presidenza del partito popolare europeo da quando nel 2015 il Pis si è preso il governo, aveva detto che sarebbe tornato alla politica polacca per portare via il potere ai suoi avversari.

Lui, ex premier polacco, esiliato alla presidenza del partito popolare europeo da quando nel 2015 il Pis si è preso il governo, aveva detto che sarebbe tornato alla politica polacca per portare via il potere ai suoi avversari. - Sputnik Italia
7/10

Lui, ex premier polacco, esiliato alla presidenza del partito popolare europeo da quando nel 2015 il Pis si è preso il governo, aveva detto che sarebbe tornato alla politica polacca per portare via il potere ai suoi avversari.

© AP Photo / Czarek Sokolowski

La minaccia di Polexit però consente a Tusk, e al partito, di sfoderare la sua dote più solida e convincente: un netto europeismo, che può sedurre anche chi aveva votato Pis ma vuole restare nell’Ue.

La minaccia di Polexit però consente a Tusk, e al partito, di sfoderare la sua dote più solida e convincente: un netto europeismo, che può sedurre anche chi aveva votato Pis ma vuole restare nell’Ue. - Sputnik Italia
8/10

La minaccia di Polexit però consente a Tusk, e al partito, di sfoderare la sua dote più solida e convincente: un netto europeismo, che può sedurre anche chi aveva votato Pis ma vuole restare nell’Ue.

© REUTERS / Kacper Pempel

"Violare gli standard europei ci sta togliendo diritti e libertà, quindi dobbiamo protestare insieme", ha detto Tusk alla folla. "Se stabiliamo un denominatore comune, sconfiggeremo questo governo spietato, e non solo su questo tema".

"Violare gli standard europei ci sta togliendo diritti e libertà, quindi dobbiamo protestare insieme", ha detto Tusk alla folla. "Se stabiliamo un denominatore comune, sconfiggeremo questo governo spietato, e non solo su questo tema". - Sputnik Italia
9/10

"Violare gli standard europei ci sta togliendo diritti e libertà, quindi dobbiamo protestare insieme", ha detto Tusk alla folla. "Se stabiliamo un denominatore comune, sconfiggeremo questo governo spietato, e non solo su questo tema".

© AP Photo / Czarek Sokolowski

Anche in altre città europee, come la capitale tedesca Berlino, sono in corso manifestazioni a supporto di una Polonia saldamente dentro l’Unione europea. Le formazioni di estrema destra hanno già annunciato la loro contromanifestazione.

Anche in altre città europee, come la capitale tedesca Berlino, sono in corso manifestazioni a supporto di una Polonia saldamente dentro l’Unione europea. Le formazioni di estrema destra hanno già annunciato la loro contromanifestazione. - Sputnik Italia
10/10

Anche in altre città europee, come la capitale tedesca Berlino, sono in corso manifestazioni a supporto di una Polonia saldamente dentro l’Unione europea. Le formazioni di estrema destra hanno già annunciato la loro contromanifestazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала