Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Di Maio: a San Francisco il primo Polo di innovazione italiano. A Sorrento protagoniste le startup

© FotoIl ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Sorrento
Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a Sorrento - Sputnik Italia, 1920, 10.10.2021
Seguici su
La prima edizione dell’Innovation League nel quadro della presidenza italiana del G20: una piattaforma per presentare proposte concrete, perché le “grandi sfide si affrontano con innovazione e cooperazione internazionale”. Domani il G20 del Commercio.
Nella cornice di Sorrento, l’innovazione ha trovato oggi il suo posto d’onore. Nella cittadina, infatti, si è svolta la prima edizione dell’Innovation League, una prima assoluta nell’ambito della presidenza italiana del G20, dedicata alle startup e alla cooperazione internazionale.
"Le grandi sfide planetarie possono essere affrontate e risolte attraverso l'innovazione e cooperazione internazionale", ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio che ha partecipato alla riunione sottolineando che il G20 può fare da catalizzatore.
"Ci sono stati oltre 240 partecipanti da trenta paesi, abbiamo avviato un percorso per offrire piattaforma per presente idee e proposte concrete" e la giornata “è stata una importante occasione per far conoscere l'ecosistema italiano delle start up e dell'innovazione" che è dinamico e resiliente, ha aggiunto Di Maio.
Le startup italiane sono aumentate dell'8% nel 2020 rispetto al 2019 e di un ulteriore 14% nei primi sei mesi del 2021.
"Iniziative come quella di oggi sono funzionali a promuovere il mondo dell'innovazione anche all'estero, e l'Expo di Dubai ne è una prova concreta", ha detto Di Maio sottolineando che il Padiglione Italia è un vero e proprio "hub dell'innovazione sostenibile".
Cinque gli ambiti principali su cui si sono confrontati i partecipanti: la cleentech, l'intelligenza artificiale, l'Internet delle cose, il futuro della mobilità e quello della sanità. Al termine dell’evento sono state premiate le 10 startup più innovative.

Un Polo tutto italiano a San Francisco

Di Maio ha spiegato che nell'anno della presidenza italiana del G20 il Paese sta rafforzando il suo ruolo “come motore globale dell'innovazione" per una ripartenza dell’economia e una società “più equa e più verde”.
E un tassello di questa strategia sarà l’inaugurazione nelle prossime settimane del primo Polo culturale dell’innovazione italiano a San Francisco, l’Innovation and Culture Hub.
Un’iniziativa che darà “un ulteriore impulso all'ecosistema delle startup italiane, che ha già mostrato dinamismo e resilienza durante la pandemia e che conta oggi su migliaia di fiorenti team e aziende" e ne aumenterà "le opportunità di business all'estero".
Un unicum, secondo Di Maio, perché sarà il primo nel mondo e “conterrà tutti gli aspetti di
promozione integrata italiana, non solo con ciò che già si conosce dell'Italia, ma con in più la parte sulla tecnologia e l'innovazione che è alla base delle nostre aziende che hanno successo in tutto il mondo".
Un punto di incontro in uno dei tessuti socioeconomici più dinamici del mondo, per le aziende italiane, “per giovani startuppers” e per le imprese che “vogliono internazionalizzarsi e potranno usare questo importante centro per far incontrare domanda e offerta”.

Il G20 Trade

Il ministro degli Esteri presiederà domani e martedì, sempre a Sorrento, il G20 del Commercio
"Domani apriremo i lavori del G20 del Commercio internazionale: tra i temi, la riforma del Wto, la
risposta del sistema commerciale multilaterale alla pandemia, il nesso tra commercio e sostenibilità ambientale, e latrasparenza”, ha ricordato Di Maio.
Per il ministro si tratta di un appuntamento fondamentale e per l’Italia “la diplomazia economica è una priorità”.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала