Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Vaccini: terza dose a fragili e over 60, via libera dal ministero della Salute

© Filippo AttiliInfermiera prepara un vaccino
Infermiera prepara un vaccino - Sputnik Italia, 1920, 09.10.2021
Seguici su
Al momento non è prevista la somministrazione a tutta la popolazione, ma solo su anziani e fragili, che riceveranno la dose di richiamo ad almeno sei mesi dalla conclusione del ciclo vaccinale primario.
Via libera alla terza dose di vaccino per tutti gli over 60 e per i fragili di ogni età, affetti da patologie o situazioni di compromissione immunologica, con maggior rischio di sviluppare forme severe di Covid-19.
Il richiamo dovrà essere somministrato ad almeno sei mesi dalla conclusione del ciclo primario di vaccinazione. Queste indicazioni sono contenute nella nuova circolare, firmata venerdì dal direttore della Prevenzione del Ministero della Salute, Gianni Rezza.
Il semaforo verde arriva dopo le ultime deliberazioni dell'Agenzia Europea del Farmaco (EMA) sulla terza dose di vaccino anti-Covid per gli over 18. La circolare ministeriale recepisce il parere positivo della Commissione Tecnico Scientifica di Aifa sul richiamo per gli ultrasessantenni.

Condizioni di fragilità preesistenti

Il Ministero della Salute prevede la somministrazione della terza dose di vaccino anti-Covid per i soggetti di tutte le età sofferenti delle seguenti patologie:
malattie respiratorie (fibrosi polmonare idiopatica; malattie respiratorie che necessitino di ossigenoterapia);
malattie cardiocircolatorie (scompenso cardiaco in classe avanzata; pazienti post-shock cardiogeno);
malattie neurologiche (sclerosi laterale amiotrofica e altre malattie del motoneurone; sclerosi multipla; distrofia muscolare; paralisi cerebrali infantili; miastenia gravis; patologie neurologiche disimmuni);
diabete e altre endocrinopatie severe (diabete di tipo 1; diabete di tipo 2 in terapia con almeno 2 farmaci per il diabete o con complicanze; morbo di Addison; panipopituitarismo);
malattie epatiche (cirrosi epatica);
malattie cerebrovascolari (evento ischemico-emorragico cerebrale con compromissione dell'autonomia neurologica e cognitiva; infarto nel 2020-21; infarto antecedente al 2020 classificato maggiore o uguale a 3);
emoglobinopatie (talassemia major; anemia a cellule falciformi; altre anemie gravi);
altre patologie (fibrosi cistica; sindrome di Down; grave obesità);
disabilità fisica, sensoriale, intellettiva e psichica (Disabili gravi ai sensi della legge 104/1992 art. 3 comma 3).
Non si ipotizza, invece, al momento un ulteriore richiamo di vaccino su tutta la popolazione.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала