Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Meteorite caduto in Toscana, è caccia ai frammenti nei campi della provincia di Prato

© Foto : Pixabay/CharlVeraAsteroide intergalattico
Asteroide intergalattico - Sputnik Italia, 1920, 09.10.2021
Seguici su
Trenta volontari sono a lavoro per trovare i frammenti del bolide caduto dal cielo il 1° ottobre.
Una zona vasta da setacciare palmo a palmo per trovare un tesoro di informazioni contenute in piccoli frammenti di pietra proveniente dallo spazio: è partita la caccia al meteorite caduto sulla Terra tra Agliana e Quarrata, in provincia di Prato.
Sono 30 i volontari che sono stati istruiti per cercare i frammenti e che campioni alla mano setacceranno la zona per tutto il fine settimana.
Il direttore del Museo di Scienze Planetarie di Prato Marco Morelli e il ricercatore di Scienze della Terra dell’Università di Firenze Tiberio Cuppone coordinano le ricerche e hanno spiegato ai volontari le caratteristiche della meteorite e le ipotesi di come potrebbe presentarsi sul terreno l'elemento spaziale che ha attraversato l’atmosfera della Terra la notte del 1° ottobre viaggiando a oltre 50mila chilometri l’ora.
“Andremo avanti nella ricerca ogni fine settimana con l’aiuto dei volontari che vorranno partecipare”, ha detto Morelli.
Il direttore ha spiegato che “l’aiuto di tutti è prezioso. Ancora una volta faccio appello a chi possiede orti, giardini e vivai nella fascia che comprende le frazioni di La Ferruccia, Sant’Antonio, Vignole, Olmi, Valenzatico, Case Ferretti fino a Lucciano di controllare il terreno e, se è possibile, dare un’occhiata anche sui grandi tetti delle aziende”, ha aggiunto Morelli.

Il bolide ripreso da otto camere Prisma

La fascia indicata dagli esperti, circa 10 chilometri in lunghezza e uno in larghezza, è stata suddivisa con un reticolo di 200 per 200 metri che permette di setacciarla con attenzione.
Il calcolo è stato sviluppato grazie ai calcoli effettuati in base alle riprese di otto telecamere Prisma che hanno individuato e registrato la caduta della meteorite e in base alle condizioni meteorologiche di inizio ottobre.
L’avvertimento degli esperti per chi trovasse o pensasse di averne trovata una, non deve toccarla a mani nude, ma fotografarla e chiamare il Museo di Scienze Planetarie al numero 335 8486580 o inviare una mail al museo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала