Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Libia, centinaia di migranti in fuga dai centri di permanenza temporanea a Tripoli - video

© AFP 2021 / Hazem AhmedMigranti in Libia
Migranti in Libia - Sputnik Italia, 1920, 08.10.2021
Seguici su
Centinaia di migranti clandestini oggi sono fuggiti da centri di permanenza temporanea nei pressi di Tripoli, ha riferito una fonte nella capitale libica a Spuntik.
La scorsa settimana il ministero degli Interni della Libia aveva comunicato di aver fermato circa 6.000 migranti illegali in un'operazione delle forze di sicurezza libiche vicino a Tripoli.
Le forze dell'ordine hanno osservato che l'obiettivo del raid, lanciato su ordine del procuratore generale, era l'arresto di criminali, spacciatori e migranti clandestini.

"Centinaia di migranti provenienti da paesi africani, fermati alcuni giorni fa, sono sfuggiti dai centri di detenzione", ha affermato la fonte, aggiungendo che a spingere i migranti a fuggire sono state le pessime condizioni delle strutture.

Nei video condivisi sui social sono ripresi migranti africani che corrono per le strade di Tripoli, cercando di nascondersi dalle forze di sicurezza che li inseguono.
Alcuni di loro sarebbero feriti.

Libia, dieci anni di instabilità

Dopo il rovesciamento e l'assassinio del leader libico Muammar Gheddafi nel 2011, la Libia ha smesso di esistere come uno Stato unico.
Negli ultimi anni, c'è stato uno scontro tra il Governo di Accordo Nazionale (GNA) guidato dal premier Fayez al-Sarraj, riunito a Tripoli nell'ovest del Paese, e le autorità dell'est della Libia, sostenute dall'Esercito Nazionale Libico (LNA), sotto il comando del maresciallo Khalifa Haftar.
Il Forum di dialogo politico per la Libia, tenutosi sotto l'egida dell'Organizzazione delle Nazioni Unite a Ginevra a inizio febbraio, ha eletto l'autorità esecutiva transitoria, che governerà il Paese fino alle elezioni generali previste per il 24 dicembre.
L'ex ambasciatore del Governo di Accordo Nazionale (GNA) della Libia in Grecia, Mohamed Younis Ahmed Al-Manfi, è stato eletto nuovo capo del Consiglio presidenziale. I vicepresidenti del consiglio saranno Mossa Al-Koni e Abdullah Hussein Al-Lafi. L'uomo d'affari e politico libico Abdul Hamid Mohammed Dbeibah è stato eletto primo ministro del governo.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала