Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La Svezia punta al lancio di satelliti dall'Artico entro l'estate 2022

CC0 / / Visione dell'artista di un satellite in orbita
Visione dell'artista di un satellite in orbita - Sputnik Italia, 1920, 08.10.2021
Seguici su
La Svezia ha intenzione di sviluppare la propria capacità di lanciare satelliti in orbita dalla base spaziale Esrange, situata appena fuori dalla città di Kiruna, nella parte più settentrionale del Paese, e che dovrebbe entrare in funzione nell'estate del 2022.
Dal 1966, dalla base sono stati lanciati quasi 600 razzi e palloni sonda per il meteo, principalmente per scopi di ricerca.
La sua peculiare posizione, a circa 200 chilometri al di sopra del circolo polare artico e circondata da una vasta natura selvaggia, è considerata decisamente vantaggiosa per il lancio in orbita di satelliti.
Al momento, l'UE non è dotata della capacità di lanciare satelliti dal suolo europeo, con l'unico spazioporto europeo situato nel nord-est del Sud America, nella Guyana francese, un dipartimento d'oltremare della Francia. La Svezia potrebbe, quindi, sopperire all'attuale impossibilità dell'Unione di inviare satelliti in orbita.
Sorprendentemente, tuttavia, l'investimento nella promozione della capacità satellitare europea non è stata finanziata dall'UE, ma attraverso un contratto di prestito di 120 milioni di corone svedesi, pari a circa 13 milioni di euro, tra la società spaziale statale SSC e la Nordic Investment Bank.

Il prestito, con scadenza a 12 anni, finanzierà gli investimenti necessari per consentire l'uso di razzi riutilizzabili.

Il primo investimento è stato effettuato dal governo di Stoccolma nel 2018, quando 60 milioni di corone svedesi, pari a circa 6 milioni di euro, sono stati stanziati per prime le operazioni di test.

"Durante i primi 50 anni di tecnologia spaziale, l'Europa è rimasta un po' indietro. Ora sia l'UE che l'organizzazione spaziale europea ESA (Agenzia spaziale europea) stanno investendo pesantemente e la Svezia può entrare sulla scena spaziale globale attraverso la nostra base spaziale all'avanguardia Esrange", ha affermato il capo della strategia dell'SSC Stefan Gustafsson.

L'avvio dei lavori nella base di Esrange consentirà alla Svezia di entrare a far parte di un club esclusivo di circa una dozzina di Paesi nel mondo che dispongono di proprie capacità satellitari.
Oltre a scopi militari, i lanci satellitari possono essere utilizzati per raccogliere informazioni sulla terra, sull'atmosfera e sugli oceani e per assistere nel monitoraggio dell'ambiente e del tempo, nonché sulla deforestazione e gli incendi boschivi.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала