Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Draghi al Quirinale e voto anticipato". È scontro nel centrodestra sulle parole della Meloni

© AP Photo / Pool / Riccardo AntimianiGiorgia Meloni
Giorgia Meloni  - Sputnik Italia, 1920, 06.10.2021
Seguici su
La leader di Fratelli d'Italia parla di un'intesa nel centrodestra per sostenere l'attuale premier, Mario Draghi, nella corsa al Colle, ma Forza Italia smentisce: "Non c'è nessun accordo".
Il centrodestra si divide sull’ipotesi che l’attuale premier, Mario Draghi, possa diventare il prossimo presidente della Repubblica, aprendo di fatto al voto anticipato nel 2022.
L’idea era stata avanzata da Giorgia Meloni, durante la conferenza stampa sul voto delle amministrative nella sede del partito a via della Scrofa. “Fdi è pronta a votare Draghi al Quirinale, purché si vada subito alle elezioni'', aveva detto la leader di FdI, citata dall'Adnkronos, rivolgendosi al segretario del Pd, Enrico Letta.
“Il centrodestra – aveva aggiunto - è d’accordo sul fatto che Mario Draghi potrebbe essere un buon presidente della Repubblica e che in quel caso si potrebbe tornare a votare subito”.
Giorgia Meloni  - Sputnik Italia, 1920, 24.09.2021
Meloni: “Draghi al Quirinale e subito al voto? Sarebbe una buona notizia, ma solo per me”
Ma ieri, da Forza Italia, è arrivata la smentita. “Non c'è nessun accordo nel centrodestra sull'ipotesi, avanzata da Giorgia Meloni, che Mario Draghi diventi il prossimo presidente della Repubblica e che quindi si torni al voto subito", precisano fonti del partito di Silvio Berlusconi, come si legge su Repubblica.
Gli azzurri, inoltre, si dicono “stupiti” per le parole della presidente di Fratelli d’Italia che, precisano, non sarebbero state “concordate all'interno della coalizione".
Dal partito, infine, sottolineano come il Cavaliere, di recente, sia tornato a sottolineare come Draghi debba “restare al governo fino a fine legislatura”. Nel caso in cui venisse eletto al Quirinale, al contrario, si andrebbe alle urne prima della scadenza naturale del 2023.

“Penso che questo governo debba completare la legislatura, penso sia importante per il Paese e per l'Europa”, ha detto anche il segretario del Pd, Enrico Letta, ospite a Di Martedì, su La7.

Qualche giorno fa, durante una conferenza stampa, era stato proprio il diretto interessato a rispondere sull’eventualità dell’elezione al Colle.
“Non sono la persona giusta a cui fare questa domanda, le persone giuste sono in Parlamento. È il Parlamento che decide della vita, dell'orizzonte, dell'efficacia di questo governo”, aveva detto il premier davanti ai giornalisti.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала