Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La previsione di Forbes: l'Europa affronterà un imminente disastro energetico

© Fotolia / By-studioCucina a gas
Cucina a gas - Sputnik Italia, 1920, 05.10.2021
Seguici su
Secondo Forbes, l'Europa sta affrontando una catastrofe energetica da cui non riuscirà ad essere salvata nemmeno dalla Russia.
La politica di passaggio a fonti di energia pulita potrebbe portare l'Europa al disastro questo inverno, scrive Forbes.
Secondo l'autore dell'articolo, David Blackmon, l'aumento record dei prezzi del gas nel mondo può provocare la transizione di molte centrali termiche a petrolio o carbone, il che aumenterà il costo di queste risorse. Tuttavia, nel caso dell'Europa, questa opzione è problematica per il passaggio alla cosiddetta energia verde. Molti paesi hanno chiuso la stragrande maggioranza delle centrali elettriche a carbone e gas. La scorsa estate questo ha portato ad una crisi, quando, a causa dei deboli venti, è stato necessario tornare nuovamente al combustibile.
L'analista osserva che l'improvviso aumento della domanda ha innescato un balzo dei prezzi del gas. Inoltre, la Russia, in risposta, ha limitato le esportazioni, il che ha ulteriormente influito sul suo valore. Gli europei, a loro volta, hanno rivolto la loro attenzione al carbone, ma anche qui non hanno avuto molto margine di manovra: come osserva Natasha Tyurina, analista del gruppo di consulenza Wood Mackenzie, solo la Russia ha riserve sufficienti per la vendita nell'UE.
"Se tutti i servizi di pubblica utilità dovessero passare al carbone, ci sarà un'enorme domanda che la Russia non potrà soddisfare in un lasso di tempo così breve. Ciò richiederà forniture da altri Paesi, ad esempio dagli Stati Uniti, ma anche lì vi è una situazione simile", ha detto.
Si tratta, secondo l'autore dell'articolo, di problemi simili, dovuti tutti al fatto di aver seguito la stessa politica di abbandono dei combustibili e di passaggio alle energie rinnovabili. Mentre l'Europa è sotto i riflettori oggi, la crisi sta lentamente diventando globale, ha aggiunto Blackmon.
L'inverno a Chicago - Sputnik Italia, 1920, 04.10.2021
Il mondo affronterà una crisi globale questo inverno
L'autore ha sottolineato che, nella situazione attuale, non ci sono opzioni per una rapida soluzione ai problemi dovuti a "decisioni politiche senza senso". Per superare le difficoltà, ci vorranno gli stessi dieci anni che ci sono voluti per il passaggio alle fonti energetiche pulite. L'esperto ha fatto riferimento anche al rapporto degli analisti di Wood MacKenzie e Rystad Energy, che stimavano in centinaia di miliardi di dollari gli investimenti mancati nella ricerca di nuovi giacimenti.
"Questo non è qualcosa che può essere risolto in una notte", ha riassunto l'autore dell'articolo.
I prezzi del gas in Europa sono cresciuti dallo scorso anno e stanno battendo nuovi record. Un mese fa, il costo stimato del carburante blu ha superato leggermente i 500 dollari per mille metri cubi e, alla fine di settembre, ha raggiunto i 1.200 dollari. Ciò accade, nonostante la Russia stia adempiendo a tutti gli obblighi contrattuali per le forniture al continente: il loro volume si è avvicinato al massimo storico.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала