Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Primo ministro ceco nega accusa di schema offshore per acquisto castello da 19mln euro in Francia

© AP Photo / Petr David JosekIl primo ministro ceco Andrej Babis
Il primo ministro ceco Andrej Babis - Sputnik Italia, 1920, 04.10.2021
Seguici su
Il Primo ministro ceco, Andrej Babis, ha commentato l'affermazione dei Pandora Papers secondo cui avrebbe usato una società offshore per acquistare un sontuoso castello da circa 19 milioni di euro, affermando che tutte le sue azioni rientravano nel quadro legale.
Secondo i Pandora Papers, lo Chateau Bigaud con cinque camere da letto sulla riviera francese sarebbe intestato a una filiale di una delle società ceche indirettamente possedute da Babis. I giornali affermano che Babis avrebbe trasferito 22 milioni di dollari, pari a circa 19 milioni di euro, attraverso società offshore per acquistare la sontuosa tenuta nel 2009, mantenendo segreta la sua proprietà.
"Beh, eccola. Stavo appunto aspettando cosa mi avrebbero tirato addosso poco prima delle elezioni, in modo che mi danneggiassero e influenzassero il voto", ha detto Babis su Twitter commentando le accuse, aggiungendo "Non ho mai fatto nulla illegale o sbagliato, ma ciò non impedisce loro di provare a denigrarmi ancora e influenzare le elezioni parlamentari ceche".
Le elezioni legislative ceche si terranno l'8-9 ottobre. Gli ultimi sondaggi mostrano che il partito di governo centrista ANO, guidato da Babis, è in testa, con il 28-32 percento dei potenziali elettori che lo sostengono.
All'inizio di settembre, la Commissione europea ha avvertito Praga che potrebbe sospendere i sussidi stanziati per il Paese a causa di un conflitto di interessi con Babis, che controlla diverse società e avrebbe incanalato i finanziamenti dell'UE per la sua attività.
Il 3 ottobre, l'International Consortium of Investigative Journalists (ICIJ) ha pubblicato una nuova fuga di notizie sui presunti segreti finanziari di oltre 35 attuali ed ex leader mondiali, oltre a più di 330 politici e funzionari di tutto il mondo. ICIJ ha affermato che la pubblicazione, denominata Pandora Papers in riferimento allo scandalo Panama Papers del 2016, si basava su una fuga di 11,9 milioni di file.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала