Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

"Ndrangheta: 4 fermi tra Reggio Calabria e Ancona

© Foto : StellantisCarabinieri in azione
Carabinieri in azione - Sputnik Italia, 1920, 04.10.2021
Seguici su
Operazione dei Ros questa mattina alle prime luci dell'alba nei confronti di 4 persone.
Questa mattina è scattato il fermo nei confronti di 4 soggetti indiziati di partecipazione ad associazione di stampo mafioso, omicidio, detenzione illegale di armi.
Risulta l'aggravante dell'aver agevolato l'associazione di tipo mafioso nota come n'drangheta per quanto concerne l'omicidio e la detenzione illegale di armi.
Al momento è noto che hanno preso parte alle operazioni i carabinieri dei comandi provinciali di Ancona, Reggio Calabria, Brescia, Napoli, Torino, Pesaro, Vibo Valentia e del GIS ( Gruppo Intervento Speciale), il famoso reparto d'èlite dei Carabinieri.
I provvedimenti di fermo sono stati emessi dalle procure distrettuali Antimafia di Ancona e di Reggio Calabria.
27 le perquisizioni scattate in tutta l'Italia a persone e società coinvolte nell'indagine che era partita a maggio 2020, dopo che erano state sequestrate ben 42 tonnellate di tabacco destinato al contrabbando, per un valore stimato pari a 8 milioni di euro, nonché di macchinari per la lavorazione delle sigarette e il confezionamento di pacchetti. Da tale indagine era partito anche un ulteriore filone investigativo che aveva portato a scoprire un giro di usura con conseguente arresto, sempre nel 2020.
Era stata poi rinvenuta una bomba a mano di fabbricazione jugoslava, e alcune pistole.
A tali fatti era seguita l'esecuzione in carcere di una ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip di Brescia, nei confronti di due soggetti che si erano resi responsabili dell'acquisto, del trasporto e della detenzione di 57 tonnellate di tabacco di contrabbando, nonché della produzione di sigarette, della contraffazione di marchi, di evasione fiscale per una cifra pari a 600mila euro, e della detenzione appunto di armi.
Il 24 agosto 2021 in Slovenia viene arrestata una terza persona dopo l'emissione di un mandato di arresto europeo, in concorso per gli stessi reati. Il 12 settembre c.a., infine, viene rinvenuta una bomba a mano.
Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала